B femminile: sorridono Marsciano e Magione

293
Sperandio confermato al timone del Trevi Volley. La società trevana inizia a piazzare i primi tasselli per il prossimo campionato di B1
   

TREVI CEDE IN 4 SET A CASAL DE’ PAZZI

Le biancocelesti agli ordini di mister Camiolo ce la mettono tutta, ma alla fine sono le romane ad aggiudicarsi l’intera posta.

La trasferta, ma questo si sapeva, era da affrontare con la massima attenzione. Attenzione che non certo mancata nel corso dei primi due parziali, tanto che le ospiti sorprendono le padrone di casa, portandosi avanti sia nel corso del primo set (3 – 8), così come alla ripresa del gioco (6 – 8).

Ma il sestetto di Cristofani non si perde d’animo e serrati i ranghi recupera in entrambi i parziali, capitalizzando al meglio le occasioni favorevoli e aggiudicandosi sia il primo che il secondo set con il minimo scarto.

In questi casi il contraccolpo potrebbe essere fatale, ma le trevane dimostrano di essere squadra vera, di quelle che non si perdono d’animo quando tutto farebbe presagire il contrario. E nel terzo set, molto più per loro meriti che per demeriti delle avversarie, Travi fa un sol boccone delle padrone di casa, che nel punteggio del parziale non arrivano a doppia cifra.

Il contraccolpo allontanato con la conquista del terzo frangente, si manifesta però nel corso di quello successivo. Ma questa volta, come a parti invertite era successo in quello precedente, i meriti sono tutti delle romane, che allungano con decisione fin dalla prime battute senza lasciare scampo.

Alla fine il bilancio deve guardare più a quanto di positivo espresso nel corso dei primi tre set, ironia della sorte soprattutto a quelli ceduti. Sì perché sarebbe bastato un guizzo in più, certamente alla portata di Trevi, per far girare la partita. Però non è tempo di recriminazioni, ma solo di guardare avanti al prossimo impegno casalingo contro l’attrezzata Jesi (quarta in classifica a nove punti), con la spinta in più che il pubblico amico sempre sa dare a questa squadra.

VOLLEYRÒ CASAL DE’ PAZZI – LUCKY WIND TREVI  3 – 1

(25-23, 25-23, 9-25, 25-13)
VOLLEYRÒCASAL DE’ PAZZI: Vighetto 18, Esposito 18, Fusco 9, Martinelli 9, Talarico 6, Allaoui 2, Bonafede (L), Camerini, Hernandez, Lari, Franceschini, Ndoye; n.e.: Lerario

(b.s. 7, v. 9, 12 muri, 17 errori)

Allenatori: Luca Cristofani e Osvaldo Hernandez

LUCKY WIND TREVI: Corradetti 22, Casareale 12, Kraja 12, Gresta 8, Danaila 2, Della Giovampaola 2, Di Arcangelo 2, Natalizia (L), Mariano, Sirci; n.e.: Carini, Mochetti

(b.s. 9, v. 9, 4 muri, 13 errori)

Allenatori: Piero Camiolo e Albino Bosi
Arbitri: Denise Danza e Marco Viale.

SERE B2 F

MARSCIANO ANCORA A SEGNO

La quinta giornata del girone G del campionato di serie B1 proponeva alle marscianesi una sfida sulla carta abbordabile, tra l’altro con l’ingrediente in più di disputarla in casa.

L’avversaria di turno, Emmegel Calenzano era alla ricerca di punti, trovandosi alle prese con una situazione di classifica che per le toscane potrebbe cominciare a farsi problematica (quint’ultimo posto, a 5 punti, con una batteria di tre formazioni, tra le quali Fossato e Trestina, a un solo punto di distanza).

Dal canto suo la squadra di coach Sperandio puntava a ottenere la seconda vittoria in campionato. E malgrado un avvio un po’ stentato, quando ha ceduto il primo parziale di misura, nel prosieguo del match ha cominciato a fiutare il sangue della preda. E lo ha fatto a partire dallo stato di grazia della centrale Pierini (a referto per lei 17 punti), mantenendo nel secondo set il controllo delle operazioni e replicando in quello seguente. All’ottima vena dell’attacco di palla bassa di Pierini si sono aggiunte Ndulue (17 centri anche per lei), Santi e Brunori (con 13 punti ciascuna), sempre ben servite dalla regista Volpi. Ancora in controllo la quarta frazione, che le padrone di casa si aggiudicano senza particolari patemi.

La vittoria consente di muovere la classifica: al fischio finale Marsciano agguanta il nono posto, ma soprattutto sale quota 7 punti, portandosi a + 2 proprio su Calenzano. Una classifica che ancora avrà bisogno di essere rimpinguata, ma che a partire da questo match fa ben sperare per il futuro. Futuro che comincerà presto, quando sabato prossimo sarà di scena uno dei tanti derby umbri del girone, sul campo di Magione, con la possibilità di ridurre il gap rispetto alla squadra di mister Sperandio (sesta a quota 10), o perché no, di centrare l’operazione aggancio.

SAMER MARSCIANO – EMMEGEL CALENZANO  3 – 1

(23-25, 25-18, 25-22, 25-20)

SAMER MARSCIANO: Pierini 17, Ndulue 17, Santi 13, Brunori 13, Carboni V. 9, Volpi 3, Fagioli (L1), Scarabottini, Martinoli (L2); n.e: Scanu, Carboni A., Carboni L., Chiattelli, Cornacchini

(b.s. 4, v. 4, 11 muri, 21 errori)

Allenatori: Gian Paolo Sperandio e Marco Simeoni

EMMEGEL CALENZANO: Falseni 15, Poggi 14, Grosso 14, Foggi 9, Tasselli Ani. 4, Gagli 4, Ermini (L1), Scarpelli, Degl’Innocenti (L2); N.E.: Traquandi, Nencini, Tasselli Ana., De Stefano

(b.s. 4, v. 3, 7 muri, 22 errori)

Allenatore: Beatrice Beconi

Arbitri: Valeria Montauti e Valeria Laggiri

MAGIONE FA SUO IL DERBY CON TRESTINA

Altro derby altra corsa tra le umbre impegnate nel girone G del campionato di serie B2.

Questa volta ad affrontarsi, tra le mura amiche della squadra guidata da coach Bovari, erano Magione e Trestina, alle prese con una situazione non diversissima, ma con le padrone di casa a quota 7 (frutto di due vittorie e di una sconfitta al tie break) e le ospiti a quota 4 (con una sola vittoria all’attivo e un punto conquistato al tie break).

Ne è risultata una partita gradevole e ben giocata, che alla fine ha visto prevalere le rossoblu.

Venendo al match, la prima frazione si apre con un sostanziale equilibrio che si spezza solo a metà set, quando l’attacco di Trestina sembra un po’ in affanno e quando Magione ne approfitta sia a muro, sia in contrattacco. Ed è proprio con un muro vincente di Magione che si chiude il primo frangente.

Alla ripresa delle ostilità la situazione si ribalta, ed è l’attacco di Trestina a dire la sua, soprattutto con Malesardi, mentre quello delle padrone di casa manca di lucidità nel momento decisivo, con le bianconere che agguantano la parità.

E’ l’attacco delle padrone di casa a dire di nuovo la sua nel prosieguo del match. Il saldo, sia con quello di palla alta, sia con quello di palla bassa, è ampiamente a favore di Magione, che sfrutta al meglio la distribuzione della propria regista e che frutterà la doppia cifra a quattro giocatrici, tra le quali l’ex Tarducci a quota 19, superata solo dalla sempre ottima Malesardi tra le fila avversarie (24 punti per lei). Ma come detto il saldo è a favore delle magionesi, che si aggiudicano il match in quattro set, scalando la classifica che le vede a 10 punti con vista sulla vetta, occupata pe ril momento da Rinascita Volley Firenze a quota 11.

I prossimi impegni vedranno ancora un derby, nel quale Magione, di nuovo nel suo fortino, si scontrerà con Marsciano, mentre Trestina se la vedrà in casa con Lucca.

TMM OF OCCHIALI MAGIONE – AUTOSTOP TRESTINA  3 – 1

(25-19, 23-25, 25-22, 25-20)

TMM OF OCCHIALI MAGIONE: Tarducci 19, Artini 12, Giunti 12, Vibi 11, Pistocchi 9, Guarino 7, Nasi (L1); n.e.: Baldoni, Guerrini, Barsotti,Mitu, Belardoni,  Santibacci (L2)

(b.s. 10, v. 3, 16 muri, 18 errori).

Allenatori: Fabio Bovari e Simone Giannoni

AUTOSTOP TRESTINA: Malesardi 24, Esposito 16, Zani 7, Valentini 5, Mancini 4, Saia 2, Cesari (L1), Ciabatti, Gambino, Di Francesco (L2); n.e.: Piermarini, Gnassi

(b.s. 11, v. 4, 11 muri, 17 errori)

Allenatori: Francesco Brighigna e Claudio Nardi

Arbitri: Ina Varfaj ed Elisa Ballatori

Raffaello Agea