Il Cus Perugia lotta e cede di misura a Camerino

163
   

È subito battaglia all’esordio dei Campionati Nazionali Universitari per la blasonata selezione di pallavolo femminile del Cus Perugia che in questa competizione ha raccolto molte soddisfazioni in passato.

In trasferta la compagine biancorossoblu si presenta a ranghi ridotti ma riesce a vendere cara la pelle anche se alla fine si deve arrendere in quattro set, il risultato però non pregiudica le proprie possibilità di qualificazione alla fase finale.

Ha sfruttato la sua occasione il Cus Camerino che ha potuto trarre vantaggio dalla gara casalinga per fare il primo passo verso l’obiettivo della finale, presentando un organico molto affiatato e trovando le soluzioni giuste.

Per approdare all’epilogo della manifestazione tricolore riservata agli studenti iscritti nei vari Atenei d’Italia le umbre dovranno vincere con punteggio migliore la gara di ritorno, stavolta tra le mura amiche (martedì 26 marzo).

La gara comincia con le padrone di casa che forzano in battuta e vanno avanti, tre ace di Santarelli sbloccano (9-3). La risposta di Antignani è altrettanto incisiva e con tre battute vincenti il gap si riduce (9-7). Aniballi si fa sentire in attacco ma il gioco non è privo di sbavature e Zanolin allunga di nuovo (19-13). Non cambia più nulla e un errore vale l’uno a zero.

Alla ripresa le ospiti provano a spingere dai nove metri e vanno al comando (5-8). Il gioco si sposta sulle bande con Borsella da un lato e Cantarini dall’altro che vanno in evidenza e il divario si annulla (19-19). Si va allo sprint e le biancorossoblù neutralizzano tre palle-set, ai vantaggi decisiva è Zanolin che raddoppia.

Nella terza frazione Aniballi si scatena e produce uno scollamento (7-14). Le umbre acquisiscono coraggio e dilagano con Urbani precisa in seconda linea e Cantarini letale a rete (11-18). Nel finale ancora Aniballi torna ad infliggere punizioni pesanti ed accorcia le distanze.

Quarto periodo che comincia con Antignani ottima da fondo campo a creare scompiglio nella retroguardia avversaria (5-12). Si accende Scataglini che ricuce lo strappo (13-14). Si procede a strappi con le perugine che tengono il comando sino al 22-24. Ai vantaggi sono di nuovo le locali a spuntarla.

Rimane fiducioso il collettivo del presidente Pier Luigi Cavicchi che ha ringraziato le società sportive che hanno concesso la loro autorizzazione alle proprie tesserate per la causa universitaria.

CUS CAMERINO – CUS PERUGIA = 3-1

(25-18, 27-25, 17-25, 26-24)

CAMERINO: Milletti 16, Santarelli 14, Borsella 7, Zanolin 7, Antonucci 6, Cichella, Zaccari, Ubaldi (L1), Scataglini 8, Alessandrini, Morosi (L2). N.E. – Marino. All. Giorgio Iale.

PERUGIA: Aniballi 28, Cantarini 15, Antignani 10, Pericolini 3, Secci 2, Malatesta 5, Urbani (L), Belfiore 1. All. Lyubomir Dimitrov Yotov.

Arbitro: Sergio Materdomini.

CUS CAMERINO (b.s. 14, v. 11, muri 4, errori 14).

CUS PERUGIA (b.s. 17, v. 14, muri 2, errori 19).

(25-18, 27-25, 17-25, 26-24)