Finali nazionali maschili under 19: presentate a Sansepolcro

158
   

“Un ruolo che ci dà lustro. Grazie per aver portato qui l’evento: è l’occasione per lavorare senza confini e per farlo insieme nello sport. Spero che l’interscambio di idee possa funzionare anche in altri ambiti e nei giorni del torneo confido in un gran movimento di persone”.

Parole pronunciate da Fabrizio Innocenti, sindaco di Sansepolcro, dove sabato 13 aprile – nella sala consiliare di Palazzo delle Laudi – si è tenuta la conferenza stampa di presentazione delle finali nazionali maschili Under 19 di pallavolo, in programma dal 14 al 19 maggio prossimi con gare a San Giustino, al palasport e alla palestra di Selci Lama; al Pala Ioan di Città di Castello, al PalaFemac di Trestina e al palasport di Sansepolcro. Fra i presenti, anche il presidente del comitato regionale umbro della Fipav, Giuseppe Lomurno, accompagnato da Agostino Benedetti e Giorgio Anastasi in questa piccola escursione toscana.

Federazione, Centro Coni e Pallavolo San Giustino sono le realtà in prima linea per l’organizzazione della manifestazione. Nel ricordare i suoi trascorsi professionali di medico proprio nella città di Piero della Francesca, Lomurno ha elogiato lo sforzo compiuto dai tre Comuni (San Giustino, Città di Castello e Sansepolcro) dal punto di vista economico e logistico per garantirsi l’evento sportivo più importante del volley a livello giovanile in un comprensorio che è la “culla” di questa disciplina. “Ottimista anche per un ritorno anche dal punto di vista turistico”, ha concluso il presidente.

Dopo l’applauso ai due testimonial delle finali, l’ex arbitro internazionale Simone Santi e Davide Marra, giocatore con trascorsi nella massima serie e in Nazionale, che da pochi giorni ha abbandonato la carriera agonistica concludendola con la Pallavolo San Giustino, sono intervenuti gli altri rappresentanti istituzionali. Il sindaco sangiustinese, Paolo Fratini, ha parlato di efficace sinergia e di superamento dei confini di regione, spendendo parole di apprezzamento per le associazioni sportive deputate alla gestione degli impianti, che si presenteranno al meglio e che garantiranno alla vallata un ottimo biglietto da visita anche dal punto di vista dell’ospitalità.

L’assessore Riccardo Carletti di Città di Castello ha ricordato l’impegno delle società per un appuntamento che porterà in zona le promesse del volley, alcune delle quali hanno già calcato i campi della Superlega. Andrea Guerrieri, assessore allo sport del Comune di San Giustino, si è soffermato sulla tempistica alquanto celere:

“Logistica e ricettività sono a posto con un mese di anticipo e abbiamo creato un pieghevole cartaceo e illustrato, nel quale sono elencati i luoghi da vedere nei tre centri interessati”.

“L’Alta Valle del Tevere è un’area che esprime tanto sport e qui mi sento di casa. Tanto più che siamo in un contesto capace di offrire arte, cultura ed enogastronomia”: così Domenico Ignozza, presidente umbro del Coni. Anche la Croce Rossa, con il suo presidente regionale Paolo Scura, ha anticipato che potenzierà la sua organizzazione di volontari e mezzi, prima degli interventi finali da parte dei dirigenti della Pallavolo San Giustino.

“Avevamo la necessità di fare uno sforzo in più e di allargare il territorio altotiberino – ha detto Claudio Bigi, amministratore delegato della Pallavolo San Giustino – e la collaborazione con gli altri Comuni è fondamentale per organizzare eventi del genere. Sono sicuro che daremo un’immagine importante anche a livello turistico per le famiglie che seguiranno i figli impegnati nel torneo e che anche le realtà economiche ci supporteranno”.

Conclusione con Enrico Ligi, responsabile del settore giovanile biancazzurro, che ha curato la parte logistica: “Siamo a posto – ha rimarcato – e in zona vi è un numero tale di realtà agrituristiche che ci permette di gestire fino a 2mila persone”.