San Giustino-Casarano: primo round dello spareggio nazionale per la serie A3

77

La ErmGroup vuole sfruttare il fattore campo per iniziare nel migliore dei modi la doppia sfida contro la Leo Shoes

L’ultimo ostacolo prima che il sogno della A3 diventi realtà. Un ostacolo chiamato Leo Shoes Casarano; guarda caso, proprio quella squadra che in estate era data per grande favorita assieme alla ErmGroup San Giustino. E invece, destino ha voluto che nel momento decisivo della stagione vi fosse posto (almeno ora) soltanto per una di esse: una sfida di andata e una di ritorno per decidere chi salirà l’ambito gradino. Di fronte, due degne formazioni che cercheranno di mettere a frutto il loro indubbio potenziale tecnico nell’arco dei sette giorni che le vedranno per la prima volta a diretto confronto: un evento storico per entrambe le società, che deve essere innanzitutto vissuto come una grande festa di sport per San Giustino, il cui impianto torna a spalancare – seppure parzialmente – le proprie porte al pubblico, ma la possibilità di arrivare fino a 500 presenze garantirà comunque un ottimo sostegno morale. Alle 17.30 di domenica 13 giugno, lo sport di vallata vivrà uno fra i suoi momenti più belli in assoluto, poi spetterà ai protagonisti sul taraflex il compito di non tradire le attese. La formazione pugliese di coach Fabrizio Licchelli, reduce da un doppio 3-2 nel derby contro il Leverano, ha suoi assi nella manica: da Matteo Paoletti, opposto con lunghi trascorsi in A, al palleggiatore Pietro Luca Latorre, dal centrale Carmelo Muscarà al laterale Vasile Paul Ferenciac per proseguire con gli altri. Una squadra completa, nella quale non esistono di fatto punti deboli. La ErmGroup lo sa benissimo, come è pienamente consapevole dei propri mezzi, per cui ogni scambio rivestirà un’importanza fondamentale. Il clima in casa biancazzurra – garantisce il tecnico Francesco Moretti – è alquanto sereno: il 2-3 interno patito contro Macerata, primo ko dopo 15 vittorie di fila, può diventare il pungolo giusto per dare il massimo sul campo, né crediamo che l’attesa abbia bruciato le energie nervose per l’ansietà di tornare a giocare e di regalare un qualcosa di importante alla tifoseria e al paese stesso di San Giustino. Iniziare bene per poi giocarsi il tutto per tutto in terra leccese con un primo risultato in tasca: questo l’imperativo della ErmGroup. La formazione iniziale rimane quella di sempre: Alessio Sitti in regia, Leonardo Puliti opposto, Mirko Miscione e Giulio Cesaroni al centro, Rinaldo Conti e Filippo Agostini alla banda e Leonardo Di Renzo libero. Una coppia mista siciliana designata per la direzione del match, con primo arbitro Chiara Santangelo di Catania e secondo arbitro Antonino Di Lorenzo di Palermo. Come già ricordato, il palasport potrà ospitare fino a un massimo di 500 presenze al suo interno. Si potrà entrare da entrambi gli accessi delle rispettive tribune, ricordando le disposizioni per gli spettatori che hanno acquistato il biglietto: indossare correttamente la mascherina e, siccome non esiste una numerazione, andare a occupare solo ed esclusivamente i posti – dislocati nella tribuna con le poltroncine e nella parte centrale di quella opposta – nei quali si trova l’apposito cartoncino con la scritta ‘Sedersi qui’.

Diretta della partita sulla pagina Facebook della Pallavolo San Giustino.