Romizi sul ‘PalaBarton’: “Chi ci mette i soldi e chi le chiacchiere”

128

Romizi sul ‘PalaBarton’: “Chi ci mette i soldi e chi le chiacchiere”. Il Sindaco di Perugia replica alle polemiche innescate dal Presidente della Sir Gino Sirci e dal PD locale

Dopo giorni di silenzio, il Sindaco di Perugia Andrea Romizi ha deciso di dire la sua rispetto alle polemiche legate al ‘PalaBarton’ avviate dal Presidente della Sir Gino Sirci alle quali sono seguiti interventi politici da parte del PD locale.

Ritengo doveroso e utile che, anche in politica, il confronto rimanga circoscritto ai fatti, perché i numeri conservano una loro dignità e rimettono ordine laddove c’è solo il tentativo del discredito a prescindere.
Al riguardo continuo a stupirmi per la mancanza di obiettività del PD locale che, ancora una volta, prova a convincere più che con le proprie idee, con lo strumento di una propaganda a dir poco surreale.

Proviamo ad offrire alcune informazioni, affinchè si possa avere un quadro generale della vicenda palazzetto.

Nel corso di questo mandato sono stati eseguiti, o comunque affidati, i seguenti interventi:

nuovo tabellone elettronico
riqualificazione spazi collettivi
nuova area Hospitality
nuova Tribuna telescopica
riqualificazione spogliatoi
sala Stampa
Infermeria
adeguamento impianto elettrico
adeguamento normative sulla sicurezza
collaudi
manutenzione straordinaria e ordinaria per ulteriori adeguamenti normativi
Per un totale di circa 600 mila euro, finanziati dall’amministrazione comunale con risorse proprie e con la compartecipazione regionale.
Inoltre, è prossima alla scadenza la gara per i nuovi impianti di illuminazione a led per ulteriori 180 mila euro.

Non soddisfatti, vogliamo dare un ulteriore contributo soprattutto alla squadra di volley della città e rendere la struttura all’altezza delle straordinarie stagioni agonistiche che ci sta regalando, inscrivendo Perugia tra le città con i migliori servizi e strutture sportive, perché crediamo fortemente al valore aggiunto che lo sport può apportare, sia in termini sociali che economici. Sia etici sia concreti per sviluppo e visibilità.

E allora abbiamo cercato di reperire altre risorse, per accogliere e dare definizione al progetto presentatoci dalla Sir nel mese di settembre.

Alla presentazione del Progetto ha fatto seguito l’avvio di un iter formale che abbisogna necessariamente di passaggi burocratici e momenti di confronto che ci vengono imposti da leggi alle quali mai si potrebbe derogare.

E in virtù di quell’intendimento, siamo riusciti a reperire qualcosa come 1.600.000 euro nel prossimo bilancio comunale che verrà approvato a breve.
Una cifra importante, affatto scontata, con innanzi solo un obiettivo: fare qualcosa che a Perugia non si era mai fatto.

Ricapitolando: questa Amministrazione avrà impegnato, al termine del presente mandato, circa 2 milioni di euro per il Palazzetto.

Non un euro era arrivato negli anni precedenti per il volley della città.
In compenso abbiamo però trovato su questa importante infrastruttura debiti pregressi e vicende particolarmente critiche sulle quali si sta ancora lavorando.

L’IMPEGNO PER LO SPORT vs LO SPORT DELLE CHIACCHIERE