La Sir Perugia liquida Padova e ‘vede’ il primato

49

La Sir Perugia liquida Padova e ‘vede’ il primato. Netto successo della formazione di Bernardi contro la formazione veneta. In caso di vittoria nel prossimo turno contro Sora sarà matematico il primo posto nella regular season

Prosegue la striscia vincente della Sir Safety Conad Perugia che sconfigge 3-0 la Kioene Padova nell’anticipo dell’undicesima di ritorno di Superlega, centra il quindicesimo successo consecutivo tra campionato e coppe e trova soprattutto tre punti d’oro che la mantengono salda in vetta alla classifica. Con una vittoria piena domenica prossima in casa contro Sora, i Block Devils centrerebbero la matematica certezza del primato.

È festa grande al PalaBarton per i Sirmaniaci e per il pubblico perugino dopo il tocco vincente di Podrascanin che chiude la contesa. Festa meritata e maturata al termine di una partita ben giocata e soprattutto ben interpretata dai bianconeri del Lorenzo Bernardi scesi in campo molto attenti, concentrati e determinati ben sapendo di avere di fronte una formazione di valore come Padova, ben organizzata e molto forte a muro.

Due set, i primi, di marca Sir con Atanasijevic e Leon a menare le danze e con De Cecco a distribuire con la consueta qualità ed imprevedibilità. Poi nel terzo parziale la reazione patavina che alza il muro e l’efficienza offensiva. Gli ospiti arrivano fino al 13-18 ma non hanno ancora fatto i conti con l’arma micidiale di Perugia: la battuta. Comincia Atanasijevic (un ace), poi nel turno successivo Leon spara tre fiammate sopra i 130 Km/h e completa la rimonta con il palazzetto che diventa una bolgia.

È proprio Wilfredo Leon l’Mvp del match! 21 i punti dell’asso cubano di passaporto polacco con 6 ace, 14 attacchi vincenti ed un muro punto, determinante nell’economia della partita. Accanto al numero 9, fuoco e fiamme anche per l’altro fromboliere di casa Atanasijevic che chiude con 15 punti ed un clamoroso 62% in attacco. Podrascanin e Ricci (2 muri per il centrale romagnolo) portano il loro usuale mattoncino alla causa, Lanza chiude con alte percentuali offensive (64%), De Cecco incanta la platea e Colaci si conferma uomo ovunque in seconda linea.

Sorride a fine gara Lorenzo Bernardi che vede l’obiettivo primo posto un po’ più vicino, ma che soprattutto vede una squadra cinica e compatta in grado di esaltare le grandi individualità in campo.

Doppio impegno nella prossima settimana per i Block Devils e doppio match di grande importanza. Giovedì trasferta di Champions in terra francese a Chaumont per l’andata dei quarti di finale con in ballo una bella fetta di qualificazione alla semifinale. Poi domenica tutti al PalaBarton contro Sora a caccia della matematica per chiudere da primi la regular season. Il lungo rush finale di stagione è appena cominciato!

CRONACA

Formazione tipo per Bernardi al via. Avvio equilibrato con Lanza che mette a terra la pipe del 3-3. Non si schioda la parità con Leon a segno da posto cinque (6-6). Prosegue il punto a punto dopo un’altra pipe di Lanza (9-9). Primo vantaggio di casa con l’ace di Leon (10-9). +2 Perugia dopo l’errore di Torres (13-11). Nuova parità dopo un fallo di formazione, per la verità piuttosto dubbio, fischiato ai Block Devils (13-13). I padroni di casa non si scompongono e riprendono subito a macinare gioco con Atanasijevic che mette a terra il pallone del 16-13. Perugia mantiene le tre lunghezze di vantaggio con Podrascanin a segno in primo tempo (21-18). Contrattacco vincente di Atanasijevic, poi smash di Lanza (23-18). Errore di Torres dai nove metri, è set point (24-19). Chiude subito Lanza con un super ace (25-19).

È la battuta l’arma in più dei Block Devils in avvio di secondo parziale. Il doppio ace di Leon vale il 4-2, quello di De Cecco l’8-4 Perugia. Ricci chiude il primo tempo e porta a +5 i suoi (12-7). Padova non molla e, con Travica al servizio, rientra (12-10). È Lanza a suonare la carica per i padroni di casa (16-12). Fuori l’attacco di Louati (19-14). Ancora a segno Atanasijevic ed ancora in contrattacco, poi muri vincenti per Ricci e Leon (23-15). Ace di Travica (23-17). Il primo tempo di Ricci porta Perugia al set point (24-17). Chiude un altro attacco del centrale romagnolo (25-18).

C’è equilibrio nella fase iniziale della terza frazione. Due muri consecutivi firmano l’allungo della Kioene (6-8). Leon pareggia a quota 9. È sempre il muro il fondamentale di punta di Padova. Quelli di Louati e Polo valgono il nuovo +3 ospite (11-14). Sempre Polo protagonista a muro (13-18). Contrattacco di Atanasijevic (16-19), poi di Leon (18-20). Ace di Atanasijevic (19-20). Ace di Leon, Perugia trova la parità (21-21). Altro missile in battuta del cubano (22-21). Terzo bolide per Leon dai nove metri (23-21). La pipe del numero nove bianconero porta Perugia al match point (24-22). Chiude Podrascanin, Il PalaBarton esplode (25-22).

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-0 (25-19, 25-18, 25-22)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 15, Podrascanin 4, Ricci 6, Leon 21, Lanza 8, Colaci (libero), Seif, Hoag, Piccinelli, Della Lunga. N.e.: Galassi, Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.

KIOENE PADOVA: Travica 2, Torres 11, Polo 9, Volpato 6, Louati 8, Cirovic 3, Danani (libero), Barnes 3, Cottarelli. N.e.: Bassanello (libero), Sperandio, Premovic, Lazzaretto. All. Baldovin, vice all. Cuttini.

Arbitri: Bruno Frapiccini – Giuseppe Curto

LE CIFRE – PERUGIA: 16 b.s., 9 ace, 56% ric. pos., 18% ric. prf., 60% att., 5 muri. PADOVA: 10 b.s., 2 ace, 42% ric. pos., 18% ric. prf., 45% att., 10 muri.