Serie B/M, Città di Castello conquista Foligno

107

Serie B/M, Città di Castello conquista Foligno. La Italchimici, senza Musco e coach Restani, prova a resistere all’assalto biancorosso ma Cipriani e compagni strappano i tre punti

Primo successo da tre punti per la Job Italia Città di Castello che porta a casa l’intera posta dal PalaPaternesi di Foligno, bissando il successo dell’andata contro l’Italchimici. C’è voluto tutto il cuore della squadra di Marco Bartolini per avere ragione di un sestetto che, seppur menomato dall’assenza di Musco e di coach Restani in panchina, ha venduto cara la pelle per poi cadere sotto i colpi di Cipriani (28 punti) e Fuganti Pedoni (17).

Il primo set è un vero e proprio combattimento punto a punto: a un iniziale vantaggio del Città di Castello (2-4) rispondono i padroni di casa che vanno avanti di un break (10-8) e mantengono questo vantaggio fino al 20-18. I tifernati agganciano gli ospiti a quota 21 e ricomincia il balletto di punteggio fino al 24-26 targato Valenti.

Sono pochi i palloni che fanno la differenza anche nelle prime fasi della seconda frazione perché i due sestetti viaggiano a braccetto (5-5 poi 8-8). Il primo break point è di Cipriani che porta la Job Italia sul 9-11 ma è immediato il controsorpasso dei padroni di casa (12-11). Castello torna avanti con Zangarelli (12-13) e prova a scappare con Fuganti Pedoni (16-18). Sul 18-20 c’è il time out dell’Italchimici, doppiato sul 18-21 dopo il primo tempo vincente di Nico Zangarelli. La firma sullo 0-2 è ancora del lungocrinito centrale biancorosso (19-25).

Nel terzo set però sono i padroni di casa a menare le danze fin dall’avvio: sul 23-17 sembrava che i folignati avessero il set in pugno ma non avevano fatto i conti con l’orgoglio della Job Italia. Prima il riavvicinamento sul 23-20, poi il pareggio sul 24-24 e ben 5 palle match non concretizzate fino al 31-29 che riapriva il match.

L’amarezza del finale del terzo periodo metteva la ali a Fuganti Pedoni e compagni che cominciavano a  macinare gioco (2-8). Dal 4-10 si arrivava velocemente al 6-15, poi un recupero dei locali (11-17) costringeva Bartolini al time out che fruttava tre punti di fila (11-20). Quando il set sembrava segnato l’Italchimici tornava ancora sotto (21-23) prima dell’infortunio di Floris in uno scontro sottorete con Fuganti Pedoni. La Job Italia infine chiude con Valenti da zona 4 (23-25).

ITALCHIMICI FOLIGNO – JOB ITALIA CITTA’ DI CASTELLO 1-3 (24-26/19-25/31-29/23-25)

Arbitri: Dario Grossi e Giorgia Adamo

ITALCHIMICI FOLIGNO: Bregliozzi 5, Giustini 6, Floris 20, Carbone 8, Rossi 5, Merli 9, Schippa (L1), Pierini, Battistelli, Benedetti 7, De Matteis, Guerrini 4, Spignese. All. Marco Longarelli.

JOB ITALIA CITTA’DI CASTELLO: Mattei 1, Fuganti Pedoni 17, Cipriani 28, Raffanti 2, Zangarelli 10, Valenti 14, Cioffi (L1), Cherubini 1, Volpi, Briganti. A disp.: Cesari (L2),  Celestini, Pitocchi. All. Bartolini e Radici.