Serie D: Umbertide attende i quarti dopo l’exploit di Foligno

384
   

La gara contro le folignati era importante non solo per mantenere alto il volume in attesa dei playoff, ma anche per tentare fino all’ultimo di agguantare la quarta posizione. Posizione che avrebbe consentito di disputare al PalaStaccini la gara secca dei quarti di finale contro Tavernelle. Dunque, in attesa della definizione delle rispettive posizioni, era fondamentale una vittoria da tre punti. L’operazione, nonostante alcuni cali di tensione nel corso dell’incontro, riesce in pieno. Ma in serata è arrivato il verdetto di Amelia tra Amerina e Tavernelle, che ha visto prevalere le ospiti e che per quella gara secca consentirà loro di scendere in campo tra le mura amiche.

IL MATCH parte un po’ sottotono per le biancorosse, che pur conquistando i primi break (3 – 5; 8 – 6), subiscono il ritorno delle padrone di casa, che dalla loro desiderano congedarsi da questa stagione dando il massimo. Dall’altra parte della rete, forse più per il pensiero al risultato di Amelia e al fatto che il pronostico fosse a favore di Tavernelle, la concentrazione cala, con la prima linea che non è incisiva come sempre e con le folignati a difendere e a contrattaccare con successo (13 – 9; 17 – 14). Capitan Tempobuono suona la carica e da quel momento si rivede la squadra autoritaria che tante gioie ha dato ai propri sostenitori nel corso della stagione. Il parziale a favore delle ospiti (11 – 3) è di quelli perentori e la conquista del primo parziale è servita (20 – 25).

La seconda frazione è tutta di marca umbertidese. Il primo allungo, grazie alla ritrovata precisione su tutti fronti, è di nuovo consistente (7 – 12). Foligno ce la mette tutta, ma la spinta al servizio delle avversarie, oltre che l’attacco da zona 4, saranno perentori e consentiranno di mantenere il punteggio sotto controllo fino alla conquista del doppio vantaggio (21 – 25).

Alla ripresa del gioco Foligno torna a difendere con caparbietà, toccando a muro e ricostruendo con pazienza. Fino a metà parziale ci sarà discreto equilibrio, anzi saranno le padrone di casa a mettere il naso avanti in un paio di occasioni (7 – 6; 11 – 10). Poi, però, le umbertidesi dicono che può bastare, spingendo di nuovo dai nove metri e liberando anche l’attacco di palla bassa (19 – 16; 23 – 20). L’epilogo non tarda a venire (21 – 25) e i tre punti che servivano sono incamerati.

L’ANALISI forse non serve, perché è certo che il pronostico fosse ampiamente a favore di Umbertide. E senza nulla togliere ai meriti di Foligno, che in ogni caso, nonostante il divario in classifica, ha disputato una gara a viso aperto e senza timori reverenziali, le umbertidesi erano comprensibilmente in attesa del risultato di Amelia. Già, perché mentre per Amerina, anche vincendo da tre sarebbe stato impossibile raggiungere il quinto posto a discapito di Umbertide, per Tavernelle sarebbe stato invece fondamentale vincere facendo bottino pieno. Un bottino pieno che, grazie alla classifica avulsa e nonostante lo stesso numero di punti, avrebbe fatto scivolare le umbertidesi in quinta posizione. Cosa non di poco conto, perché la gara in programma per il primo turno dei playoff contro Tavernelle sarà secca. E quando non ci sono appelli, scontato dirlo, giocare tra le mura amiche conta, eccome se conta.

Sarà necessario dare il massimo, come questa squadra certamente ha dimostrato di saper fare. Anche nelle situazioni ambientali meno favorevoli e contro le avversarie più quotate. E per farlo bisognerà fare tesoro di quanto fatto di buono nel corso della stagione, soprattutto in occasione della cavalcata messa a segnonel girone gold.

FOLIGNO VOLLEYVOLLEY UMBERTIDE 0 – 3 

(20-25, 21-25, 21-25)

FOLIGNO VOLLEY: Tajolini (C), Roncetti, Guidubaldi, Cicioni,Formiga, Benci, Crescimbeni, Micanti,Trabalza,Pepponi (L)

Allenatore: Mirko Nocchi

VOLLEY UMBERTIDE: Tempobuono Viola (C)8, Locchi4, Tempobuono Vittoria8,Lang 3, Mussini 15, Fiorucci 18,Minelli, Saltalippi 1, Riberti,Morbidoni, Giulietti (L)

Allenatore: Fiorella Di Leone

Arbitro: Pietro Pucciarini