Pallavolo San Sisto fa il boom di iscritti 

679
Il Presidente Sargenti al centro con Capitini, Cruciani e Calzone

Quasi duecento le adesioni per la nuova stagione sportiva. Il Presidente Sargenti: “Premiato il lavoro degli ultimi anni”

   

È partita alla grande la nuova stagione sportiva della pallavolo San Sisto. Da un paio di settimane la squadra di tecnici scelti dal Presidente Maurizio Sargenti è al lavoro per preparare al meglio l’imminente inizio dei campionati. Una stagione che è ripartita sulla base di 120 adesioni e che nel giro di pochi giorni ha visto arrivare a 100 le richieste di prova. Richieste che ben presto si sono trasformate in iscrizioni vere e proprie, tanto da aver portato il numero delle adesioni ufficiali per l’annata 2023-2024 a circa 190. Un incremento di oltre il 50 per cento, che fa impennare il trend di crescita della società. Basti pensare che nei due anni precedenti la Pallavolo San Sisto ha segnato miglioramenti in media del 25 per cento. Tanti nuovi iscritti che hanno chiaramente variato l’organico della squadra, tanto da dover creare: 3 Under 16, 3 Under 14, 1 Under 13, 3 Under 12 e circa 60/70 presenze nella categoria Minivolley.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara il Presidente Sargenti – della grande considerazione che negli ultimi tempi atleti e genitori hanno avuto nei confronti della società. Tantissime sono state le richieste di prova e ancora oggi riceviamo continue telefonate per informazioni. Un incremento significativo dei nostri iscritti che premia il duro lavoro svolto negli ultimi anni e credo anche la serietà di approccio e gestione. Quest’anno dovremo dimostrare qualità superiori sul piano organizzativo, perché non sarà facile gestire al meglio così tanti atleti, ma siamo convinti di fare bene e di trasferire come sempre entusiasmo nello stare insieme e voglia di giocare a pallavolo”. 

STAFF TECNICO – Per la stagione 2023-2023 il Presidente Sargenti punta ancora sull’esperienza di Roberto Capitini e sul talento di Andrea Cruciani. Con loro anche Pierluigi Calzone, Vincenzo Ancora e Giulia Vecchietti.