3M Pallavolo Perugia al tappeto in casa di Martignacco

214

La Itas Ceccarelli Martignacco trionfa in tre set, si rivede Traballi. Coach Marangi: “Nei punti che contano ci sciogliamo come un ghiacciolo al sole”

   

Domenica di sofferenza per la 3M Pallavolo Perugia che, in trasferta in Friuli, non riesce ad impensierire le padrone di casa della Itas Ceccarelli Martignacco e va al tappeto per 3-0 in un’ora e 19 minuti di gioco. 25-20, 25-17 e 25-19 i risultati dei parziali, tutti ad appannaggio della squadra di coach Gazzotti. Unica nota positiva è il ritorno in campo per qualche scampolo di partita di Gaia Traballi, tra l’altro nel giorno del suo compleanno. Alle biancorosse non resta che leccarsi le ferite e pensare subito al turno infrasettimanale di mercoledì 8 febbraio, quando al PalaPellini arriverà la schiacciasassi Roma, capolista indiscussa del girone B e fresca vincitrice della Coppa Italia di A2. Se in tale occasione Manig e compagne potranno giocare senza troppe pressioni, visto il pronostico assolutamente a favore delle capitoline, lo stesso non si potrà dire della gara del prossimo weekend: sempre al PalaPellini farà visita Sant’Elia per uno scontro salvezza che la 3M non può assolutamente ciccare.

CRONACA

Coach Gazzotti, in avvio, schiera Allasia in regia, Wiblin e Cortella in banda, capitan Modestino e Eckl al centro, Sironi opposto e Tellone libero. Marangi risponde con la diagonale Manig-Giudici, le centrali Agbortabi e Negri, le schiacciatrici Patasce e Salinas e il libero Rota.

Partono forti le friulane, capaci di imprimere il proprio ritmo su Perugia e prendersi i primi due punti grazie alla schiacciata di Sironi ed al muro di Eckl. Successivamente il divario cresce, costringendo le umbre a richiedere il primo time out sul punteggio di 10-4. Nella parte centrale c’è una prima reazione da parte della 3M che riacciuffa momentaneamente la parità (14-14), ma il vento soffia a favore della formazione di casa che ristabilisce prima il divario e poi si impone col punteggio di 25-20.

Nella prima parte del secondo set le squadre sembrano mantenere un principio di parità, ma la reazione di Martignacco non tarda ad arrivare. Modestino e compagne mettono saldamente le mani sul set, incrementando il vantaggio e sfondando per prime quota venti (20-13). Nel finale l’inerzia rimane a favore della Itas Ceccarelli che conduce sino al termine (25-17).

L’alba del terzo set vede Martignacco portarsi subito in vantaggio. Perugia reagisce innalzando un muro molto efficace che mette in difficoltà l’attacco della formazione di coach Gazzotti e riportando il punteggio sulla parità. Martignacco cambia in cabina di regia: entra Granieri per Allasia. Tornano così ad oliarsi gli ingranaggi della squadra friulana che spreca meno occasioni (16-13). I servizi della ex di giornata Miriana Manig sono uno dei pochi punti di appiglio per la 3M che è costretta ad arrendersi sul punteggio di 25-19.

INTERVISTE

Guido Marangi, tecnico della 3M Pallavolo Perugia:

“Dobbiamo combattere di più per i set. Giochiamo meglio rispetto all’andata, ma quando bisogna fare i punti che contano ci sciogliamo come un ghiacciolo al sole. Ci sta mancando quella palla in più in contrattacco da gestire con malizia. Questo ci permetterebbe di essere competitivi fino alla fine dei set. Mercoledì aspettiamo Roma, sarà un grande stimolo confrontarsi contro i migliori. Poi avremo tre partite importanti prima della fine della regular season”.

ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO – 3M PALLAVOLO PERUGIA 3-0

Set: 25-20, 25-17, 25-19

ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO: Allasia 2, Sironi 12, Modestino 9, Eckl 7, Cortella, Bole 14, Wiblin 12, Granieri 1, Cabassa, Lazzarin, Tellone (L). N.e.: Guzin. All.: Gazzotti

3M PALLAVOLO PERUGIA: Manig 1, Giudici 13, Agbortabi 4, Negri 3, Patasce 4, Salinas 8, Traballi, Bosi, Pero, Rota (L). All.: Marangi

Arbitri: Sergio Jacobacci – Denis Serafin

Martignacco: b.s. 7, ace 7, ric. pos. 52 %, ric. prf. 26 %, att. 35 %, muri 10

Perugia: b.s. 8, ace 3, ric. pos. 48 %, ric. prf. 17 %, att. 23 %, muri 6

Durata: 1 ora e 19 minuti

Mvp: Bole