Monteluce si aggiudica il derby

788
 
 

Dopo due sconfitte consecutive, allo Strike Team serviva una prova di cuore e carattere e così è stato; contro ogni pronostico la squadra di coach Yotov fa suo con merito il derby con la SIR. La cronaca della gara inizia dalla conta degli assenti: per la SIR non rispondono all’appello l’influenzato Marta e l’infortunato Antonelli; per Monteluce in panchina l’acciaccato Urbanella al quale si aggiungerà nel corso del terzo set Paffarini. Le formazioni di conseguenza subiscono variazioni: coach Taba manda in campo Baldassarri A. in diagonale con Arcangeli, Corzani e Sirci al centro, Guerrini e Smorto in banda con Baldassarri S. libero. Lo Strike Team scende in campo con le coppie Moscioni-Paffarini Brizioli-Monteneri Polidori-Marquez liberi: Doukakis e Sampieri. Dopo una prima fase di studio, Polidori e Paffarini mandano avanti Monteluce (13-9); Taba cerca di correre ai ripari inserendo Lalleroni e Ancora per Arcangeli e Smorto, ma i cambi non hanno effetto sperato e lo Strike Team comanda sempre il gioco (19-13). I giovani della SIR cercano il tutto per tutto nel finale ma il set è di Monteluce (25-20). Il totale equilibrio del secondo parziale viene incrinato dal muro di Brizioli e Paffarini (17-15); il ritorno dei bianconeri è affidato a Guerrini che comincia a scaldare il braccio. Nel finale piuttosto concitato, i ragazzi di Yotov mantengono la calma ed il break di vantaggio accumulato, chiudendo con un pallonetto di Paffarini (25-23). La sensazione di avere la gara in mano gioca un brutto scherzo ai locali, il tecnico ospite rivoluziona la formazione mandando in campo Sirci in banda e Sensi al centro e la Sir affonda i colpi (6-11); Paffarini si infortuna e lascia il posto a Lamacchia che entra subito in partita, ma lo Strike Team non riesce a ritrovare il bandolo della matassa e subisce. Quarto set molto combattuto: Monteluce cerca di prendere vantaggio (11-7) ma i ragazzi della SIR recuperano e le squadre tornano in equilibrio ancora per merito di Guerrini (15-15). Break degli ospiti che i padroni di casa non riescono a recuperare ed è parità nel computo set. Il tie-break è una girandola di emozioni, con sorpassi e contro sorpassi. Va subito avanti la SIR con il solito Guerrini e si va al cambio campo sul 4-8; il vantaggio sembra incolmabile ma la tenacia dello Strike Team torna a farsi vedere. La riscossa la firma Polidori che stampa due muri di fila a Guerrini riagganciando gli ospiti. Nel finale un po’ di nervosismo di troppo accende gli animi, ma Monteluce mantiene il break di vantaggio ed al secondo tentativo il duo Lamacchia-Brizioli confezionano l’ennesimo muro che fa conquistare due punti d’oro allo Strike Team.

STRIKE TEAM MONTELUCE – SIR SAFETY MERICAT 3-2 (25-20 25-23 17-25 22-25 17-15)

MONTELUCE : Polidori 25,  Paffarini 10, Monteneri 2, Moscioni 3, Mela 1, Lamacchia 9, Vrenna,  Urbanella, Brizioli 7, Pieretti 4, Marquez 4, Doukakis (L1), Sampieri (L2). Allenatore Yotov.

SIR: Ancora 3, Arcangeli 12, Baldassarri A. 5, Corzani 9, Guerrini 28, Lalleroni 1, Sensi 3, Sirci 9, Smorto, Baldassarri S. (L). Allenatore Taba

APD (b.s. 19, v. 6, muri 13, errori 19)

SIR (b.s. 18, v. 8, muri 3, errori 23)