Il CLT Terni torna con due punti preziosi da Perugia

148
 

Esordio vincente per la serie C maschile della Polisportiva CLT Terni, protagonista di un’ottima gara vinta per 3-2 sul campo del Promovideo Strike Team Monteluce (25-22 / 23-25 / 21-25 / 25-23 / 13-15).

CRONACA

Monteluce si presenta con una formazione nuova al 50% rispetto alla passata stagione: al palleggio Cardone ed opposto Moretto, al centro la collaudata coppia Paffarini-Brunori, confermato come schiacciatore Dazzini, con lui Lucioli, libero Serio. Terni invece schiera nella diagonale palleggiatore-opposto Cicioni e Imokhai, al centro Carotenuto e Proeitti, i due schiacciatori Morosi e Tudisco, libero Adami. Perugia parte fortissimo e dopo pochi minuti comanda il set portandosi sul’8-4, grande prova di Cardone che libera bene i suoi attaccanti ben servito dai ricettori Dazzini e Serio. Un bell’attacco al centro di Paffarini obbliga mister Posati a chiamare il time out. Carotenuto riesce a trovare i giusti tempi e mette a terra diversi palloni, mentre Perugia si affida ai suoi laterali Dazzini e Lucioli. Alcuni errori in battuta da parte del Monteluce mantengono in gioco la CLT (14-11). L’opposto di Terni fa valere il fisico, prima a muro e poi in attacco permette a Terni di riagganciare Perugia, il sorpasso è firmato dalla banda Tudisco (14-15). Una lunga fase di punto a punto viene spezzata dal centrale Brunori (23-20). Vincono il set i padroni di casa causa una doppia del palleggiatore ternano Cicioni. La CLT non ci sta ed il secondo set rientra con la medesima formazione in campo ma con un altro piglio, Monteluce è costretta a rincorrere, sul 7-11 Mister Ferraro deve chiedere un time out per spezzare il gioco di Terni. I due volti nuovi di Perugia, Lucioli e Moretto,si fanno aggressivi in attacco, il distacco si riduce (10-13). Il palleggiatore di Terni, Cicioni, serve con costanza i due centrali e l’opposto cercando di allungare (13-15) ma Lucioli non ci sta, prima con un mani-out e poi con un ace firma il pareggio (15-15). Ferraro per alzare il muro e dare un po’ di peso all’attacco fa entrare lo schiacciatore Trampolini che fa subito punto, lo schiacciatore giallo-blu Morosi sale in cattedra e risponde ad ogni tentativo di sorpasso dei perugini. Ferraro cerca maggiore incisività a muro facendo entrare anche Bussotti che trova da subito un buon feeling con Lucioli che mette a terra altri due palloni, al centrale ternano Proietti risponde l’opposto Moretto e si arriva al 22-22. Terni mette la freccia e scappa, prima Imokhai e poi la banda Tudisco chiudono il set (23-25). Il terzo set inizia come il secondo, Terni riparte con il solito testato sestetto, dopo pochi punti Monteluce è di nuovo sotto (4-6). Ferraro cambia e si affida all’esperto opposto Cavaliere. Cicioni serve tutti i suoi attaccanti e non da punti di riferimento al muro di Monteluce, Cardone si affida a Lucioli e Brunori (8-11). La partita è bella, qualche errore di troppo in battuta ma le due squadre mostrano una discreta e divertente pallavolo, sia Cardone che Cicioni sono ben serviti in ricezione dai due liberi Serio e Adami coadiuvati dagli schiacciatori Dazzini e Tudisco. Una bella e lunga azione è chiusa daBrunori con un muro su Carotenuto (9-11). Monteluce sembra aver sprecato molte energie e la CLT allunga con l’opposto Imokhai prima in attacco e poi in battuta (9-14). Per riagguantare il set Mister Ferraro cambia Cardone con Bussotti e Lucioli con Trampolini. Un bel muro del palleggiatore di Terni su Trampolini fa scappare via Terni (12-18). Bussotti sale in cattedra sia a muro che al palleggio e serve bene i suoi attaccanti (18-23) malo schiacciatore ternano Morosi non ci sta e con un punto dopo l’altro chiude il 3° set 21-25. Nel 4° set la CLT sembra sentire un po’ la fatica visti anche i pochi cambi effettuati da mister Posati, i giocatori di Ferraro invece sembrano più carichi. Si parte con un punto a punto a Morosi risponde Cavaliere (6-6). Gli errori in battuta si riducono, anzi si trasformano in ace, prima Cavaliere e poi Bussotti. Sul 14-10 Posati chiama il time out. Il break fa bene alla CLT che recupera lo svantaggio complici anche i ragazzi di Perugia che regalano punti su punti con battute sbagliate. Sul 14 pari mister Ferraro fa un doppio cambio, entrano Cardone e Moretto per Cavaliere e Bussotti. Nuova fase di parità, ai punti di Imokhai risponde Moretto dalla prima e dalla seconda linea, il sorpasso è firmato da Dazzini su una splendida alzata di Cardone (20-19). Ancora Imokhai prima in attacco a poi a muro riporta Terni in vantaggio (20-21). Quando tutto sembra compromesso Ferraro tira fuori il coniglio dal cappello inserendo Baldassarri che mette pressione agli avversari un punto dopo l’altro fino a chiudere il set con un bellissimo ace 25-23. Siamo al tiebreak, Monteluce prova subito a scappare e con delle buone azioni riesce a fare punti decisivi, lo sforzo è vanificato dagli errori in battutache permettono così alla CLT di rimanere in scia. Morosi mette a terra il punto del cambio campo 7-8. Le ricezioni di Serio e Dazzini sono sempre molto precise e Cardone riesce a servire Paffarini e Brunori. Imokhai mura Baldassarri, un solo muro che spezza le gambe e le certezze dei perugini (11-11). Proietti al centro, un ace di Tudisco ed un errore di Lucioli, Terni vince il set e la partita.

TABELLINO

APD Monteluce: Cardone, Migliosi, Baldassarri, Lucioli, Dazzini, Serio (L), Paffarini, Bussotti, Brunori, Moretto, Veltri (L), Trampolini, Toniol, Cavaliere

CLT Terni: Paolucci, Adami, Tudisco, Carotenuto, Cicioni, Tardioli, Lupattelli, Paolucci, Imokhai, Bontempo, Malerba, Morosi, Proietti, Violati.

LE REAZIONI (Monteluce)

Monteluce non ha sfigurato e se non fosse stato per i 24 errori in battuta la partita sarebbe potuta andare diversamente. Terni ha un sestetto estremamente collaudato che vede nell’opposto Imokhai e nello schiacciatore Morosi le sue punte di diamante. Monteluce invece ha perso altezza e peso specifico dalla partenza del palleggiatore Stavri (approdato in serie B) e dall’assenza (in allenamento) di Alberto Baldassarri, i nuovi giocatori Cardone, Lucioli e Moretto non hanno però sfigurato. Sopra gli scudi per i perugini la ricezione: Dazzini e Serio si sono dimostrati di un livello superiore.

LE REAZIONI (Terni)

Coach Ruben Posati:

“La squadra quest’anno è stata rinnovata: un paio di ragazzi protagonisti l’anno scorso nel campionato under 19, hanno dovuto lasciare  per motivi universitari e sono stati sostituiti da ragazzi classe 2007 e 2008, frutto del buon lavoro che si sta svolgendo nei settori giovanili sia in termini numerici che qualitativi. Si tratta, quindi, di un gruppo giovane composto da atleti appartenenti alle categorie U17 e U19, e questo risultato fa ben sperare soprattutto in vista degli obiettivi di quest’anno. La società vuole, infatti, confermare o migliorare i buonissimi risultati della passata stagione per quanto riguarda i campionati di categoria”.