La Sir va di rimonta e schiaccia anche Piacenza (3-1)

406
Primi due set molto equilibrati, poi Perugia fa la voce grossa e centra la 31esima vittoria 

Primi due set molto equilibrati, poi Perugia fa la voce grossa e centra la 31esima vittoria

   

Vince la Sir Safety Susa Perugia per 3 a 1, senza impiegare Leon e Herrera. Piacenza dà tutto nei primi due set per poi lasciare strada alla schiacciasassi Sir che registra bene il gas e procede imperterrita verso la vittoria. Anastasi aveva parlato, in un’intervista, di Piacenza come di una squadra cresciuta che stava trovando un buon equilibrio con Brizard tra i palleggiatori più bravi e con individualità  come Romanò, Recine e super Simon, che possono impensierire. In vista della Coppa Italia del 25 e 26 febbraio le considerazioni sono le stesse, ma la vittoria di oggi dà qualche “sana” sicurezza in più (scongiuri fatti).

CRONACA

Primo punto subito per la Sir, lo firma Plotnytskyi, dopo due muri sulla Gas Sales Bluenergy. Il muro super della Sir Safety Susa Perugia impone un ritmo serrato a Piacenza che va sotto 4 a 1. Punto su punto Piacenza recupero e si porta sull’8 pari, ma poi Perugia spreca tutto in battuta: 9 a 8. Sbaglia anche Recine e arriva il 10 a 9. La fase centrale del set è  caratterizzata da errori in battuta e molte difese che alzano l’asticella del set. 11 a 12. Soffre in ricezione la Sir che è prevedibile, Piacenza ne approfitta (13 a 16). Arriva l’ace di Plotnytskyi, il primo per Perugia, a ridare la spinta. Kamil Rychlicki conquista in attacco la parità sul 16. Bella partita, tanti scambi da “numeri 1”. Il PalaBarton esplode di felicità. Piacenza ci crede, macina punti e si avvicina al finale di set in vantaggio. Simon chiude con un ace (22 a 25).

Soffre ancora in ricezione la Sir, Recine segna l’ace del 1 a 2. Si procede in equilibrio con Giannelli che carica i suoi anche prendendosi qualche rischio nel chiudere personalmente il punto. 8 a 7. La squadra di Anastasi sotto di un set, dopo aver giocato una stagione da schiacciasassi, cerca di ritrovare la giusta concentrazione per rimettere in equilibrio la partita. Il 19 a 17 arriva grazie all’umiltà di giocare palla. La Sir Safety Susa Perugia vuole a tutti i costi portarsi in parità, ad opporsi è  super Simon che mette in crisi la ricezione della Sir. 19 pari. Semeniuk schiaccia forte e conquista il 23 a 21. Tre possibilità per chiudere il set ci pensa Rychlicki 25 a 22.

Parte bene la squadra di Gino Sirci che va avanti per 5 a 2 e poi 8 a 3; il muro tocca tanti palloni e permette di contrattaccare con continuità (9 a 3). Ora Piacenza sembra stanca e opaca: mister Botti manda nella mischia Gironi, ma il punteggio continua ad essere favorevole alla Sir (13 a 7). Prosegue la marcia dei perugini, incitati da un tifo strepitoso. 17 a 11. Si va veloci sul 23 a 16, la Sir in difesa è attentissima e si guadagna il bel gioco. Piacenza prova a recuperare forzando la battuta con Gironi, ma sul 24 a 21 chiude un fallo a rete di Alonso. 25 a 21.

Tutto come nel set precedente, la Sir Safety Susa conduce sicura il set e Piacenza sembra quasi rassegnata a perdere di fronte a Golia. 14 a 7. Il tifo di Perugia non smette mai e la squadra di Gino Sirci  va dritta verso il finale di set. 22 a 15. Si chiude sul 25 a 17. 31esima vittoria consecutiva la per la Sir che sbaraglia Piacenza per 3 a 1. Plotnytskyi migliore in campo.

INTERVISTE
Simone Giannelli, palleggiatore della Sir Safety Susa Perugia:
“Si sono affrontate due squadre forti, va detto anche che loro hanno fuori Lucarelli che conosco molto bene e che è un valore importante che possono mettere in campo. È sempre difficile giocare contro Piacenza, sono contento perché noi siamo stati sempre lì sul pezzo ed abbiamo fatto il nostro”.

SIR SAFETY SUSA PERUGIA – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-1

Set: 22-25, 25-22, 25-21, 25-17

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 2, Rychlicki 15, Russo 8, Solè 5, Plotnytskyi 16, Semeniuk 13, Piccinelli (libero), Colaci (libero), Cardenas, Ropret, Flavio. N.e.: Leon, Herrera, Mengozzi. All.: Anastasi
GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 4, Romanò 10, Simon 15, Caneschi 3, Leal 12, Recine 9, Scanferla (libero), Gironi 3, Lucarelli, Alonso 1, Basic 1, De Weijer 1. N.e.: Cester, Hoffer (libero). All.: Botti
Arbitri: Armando Simbari – Stefano Caretti
PERUGIA: 20 b.s., 4 ace, 50% ric. pos., 22% ric. prf., 52% att., 8 muri
PIACENZA: 28 b.s., 7 ace, 39% ric. pos., 16% ric. prf., 42% att., 7 muri

Donatella Binaglia