Allenamento congiunto a Macerata per la Ermgroup San Giustino

247

PRIMA USCITA STAGIONALE PER LA ERMGROUP SAN GIUSTINO: MERCOLEDI’ 13 SETTEMBRE, ALLENAMENTO CONGIUNTO IN TRASFERTA CONTRO LA BANCA MACERATA, AVVERSARIA IN CAMPIONATO

   

Dopo quasi un mese di preparazione, per la ErmGroup San Giustino arrivano i primi indicativi test stagionali. Per le ore 17 di mercoledì 13 settembre è in programma il primo allenamento congiunto in trasferta contro la Banca Macerata del neo-allenatore Maurizio Castellano, ambiziosa avversaria dei biancazzurri nel girone Blu del campionato di Serie A3 Credem Banca. Squadra in campo al Fontescodella, che ora si chiama Banca Macerata Forum e secondo impegno sabato 16 a Bologna contro la Geetit, poi la prossima settimana sarà possibile vedere la ErmGroup di scena al palasport di via Anconetana. “A Macerata non daremo importanza alla tattica – ha dichiarato alla vigilia il tecnico Marco Bartolinima chiederemo determinate cose ai ragazzi per vedere se sono in grado di rispettarle. Ci interessa guardare soltanto sul nostro campo per capire come i singoli riusciranno a risolvere le situazioni che si verranno a creare. Ognuno dovrà pensare a mettere ciò che sa fare: chi il muro, chi la battuta, chi l’attacco, chi l’alzata, chi la difesa e quindi esaltare i rispettivi punti di forza”. Soddisfatto per il lavoro di potenziamento sostenuto in palestra? “Sono andato in sala pesi e ho visto che i giocatori lavorano molto bene sui tempi di esecuzione, agli ordini del preparatore atletico Giovanni Collacchioni. Le potenzialità dal punto di vista fisico ci sono, il gruppo sta rispondendo bene e vedo gente che ha voglia di provarci: la sensazione mia e di Mirko Monaldi e che i ragazzi hanno capito di essere stati fortemente voluti: avendo quindi addosso questa consapevolezza, vogliono cercare di lasciare un segno nel corso dell’intera annata. Sabato prossimo a Bologna cominceremo a vedere anche ciò che non va bene: ci servirà per avere una percezione ancora più chiara e netta di quella che sarà la base da cui partiremo, ma lo faremo con serenità, perchè sappiamo che i carichi fisici ai quali la squadra è stata sottoposta in questo periodo sono molto importanti ed è quindi comprensibile che qualcosa non possa riuscire come piace. D’altronde, quando c’è un lavoro fisico consistente la tecnica ne risente, anche se siamo davanti a un talento”. E intanto, farete di nuovo conoscenza con una pretendente alla categoria superiore. “Andiamo a Macerata con l’organico al completo per misurarci contro una squadra forte, che vanta una diagonale di primissimo livello e con gli schiacciatori laterali scesi dalla A2. Per noi uno stimolo e un ottimo test per misurare capacità e condizione”, ha concluso Bartolini.