Bologna piega San Giustino

49
 

Al termine di una prestazione senza dubbio negativa e priva di mordente, la ErmGroup San Giustino esce battuta per opera della Geetit Bologna dal PalaSavena di San Lazzaro con un secco 0-3 che comincia un tantino a incidere sulla classifica dei biancazzurri nel girone Bianco del campionato di Serie A3 Credem Banca. Dopo un buon primo set perso ai vantaggi, nel quale era stata più volta avanti e raggiunta, la formazione di coach Bartolini era attesa da quella reazione che invece è mancata, con diversi errori commessi, una ricezione meno ordinata del solito (51%) e anche un attacco (39%) poco pungente, mentre i padroni di casa hanno trovato la giusta molla per dominare la scena, facendo leva sulla battuta in avvio di seconda frazione e poi sulle “calde” mani dell’opposto Lugli (20 nello score), persino sistematico in alcune circostanze e dei due laterali, Guerrini e Maletti (13 a testa), che a turno hanno fatto la differenza, né sono serviti i cambi operati dalla panchina della ErmGroup. Un pomeriggio, insomma, di quelli da dimenticare in fretta.

Marco Marzola, tecnico dei felsinei, schiera Govoni in regia, Lugli in posto 2, Orazi e Grottoli al centro, Guerrini e Maletti a lato e Gabrielli libero. Marco Bartolini opta per la diagonale Sitti-Hristoskov, con al centro Quarta e Antonaci, la novità di Ingrosso in posto 4 assieme a Cappelletti e capitan Marra libero. Equilibrio pressochè totale in avvio, con la ErmGroup che tenta di spezzarlo grazie a Cappelletti, autore dei punti del primo doppio vantaggio sul 14-12, poi dell’ace del 16-14. Il divario sale a +3 (19-16) sul muro vincente di Quarta ai danni di Lugli e la sensazione è che la ErmGroup possa alla fine spuntarla in dirittura di arrivo, non fosse per un pasticcio in difesa del quale approfitta Guerrini, che riduce sul 18-19. Bologna non molla e corona l’inseguimento (21-21) con il muro a uno di Orazi su Antonaci, anche se quest’ultimo si riscatta subito e un muro di Cappelletti su Guerrini riporta avanti San Giustino sul 23-21. Un fischio involontario dell’arbitro interrompe l’azione successiva, con conseguente ripetizione e la situazione si inverte sul 24-23 con un altro muro (fortunoso) su Antonaci, al quale risponde Cappelletti in diagonale. Sono però un primo tempo di Orazi e un muro su Ingrosso a chiudere il set sul 26-24 per i locali.

Il timore di un possibile contraccolpo per la ErmGroup si trasforma in realtà all’inizio della seconda frazione, quando il turno in battuta di Maletti “spacca” letteralmente il match: una ricezione lunga con slash di Guerrini e un ace fruttano alla Geetit il 6-2, ma non è finita, perché Hristoskov conclude fuori e Guerrini confeziona altri due contrattacchi, per cui si va sul 9-2 e solo allora Quarta concede una breve pausa al momento di sbandamento sangiustinese, perché Guerrini riparte subito e dai nove metri appone il sigillo del 13-6. Non c’è risposta da parte della ErmGroup, che vede ulteriormente allontanarsi gli avversari (9-18) sul primo tempo e sul muro di Grottoli nei confronti di Conti, spedito nel frattempo in campo assieme a Skuodis in luogo di Cappelletti e Ingrosso. Una volta raggiunta quota 19, con la ErmGroup a 12, gli emiliani si siedono e vedono ridurre il margine a +5, prima di stringere nuovamente i tempi: un attacco di Antonaci finisce out e poi provvede Lugli con un muro su Skuodis e con il mani fuori del 25-18.

Conti per Ingrosso nel 6+1 della ErmGroup che dà il via al terzo set, con la Geetit che tenta la fuga grazie di nuovo a Guerrini (ace e palla contesa a rete, risolta in suo favore) e ben presto accumula un margine di +4 (8-4), al quale però i biancazzurri replicano con un punto e un ace di Cappelletti e con Hristoskov, che colpisce a muro e poi in contrattacco. Siamo sull’11 pari e da un nuovo pasticcio in fase di impostazione offensiva, con Lugli pronto a concretizzare l’opportunità, origina l’allungo decisivo della formazione bolognese, che dapprima tiene le tre lunghezze di vantaggio e poi dilaga; nel frattempo, Stoppelli rileva Antonaci al centro e Conti tiene alto l’onore di San Giustino con un paio di schiacciate. Nel finale si scatena Lugli, coadiuvato da Maletti, che mura Hristoskov: il vantaggio è rassicurante, Orazi fa 24 direttamente in battuta e la conferma dei video check sulla conclusione fuori bersaglio di Conti suggella con il parziale di 25-17 la meritata affermazione della Geetit Bologna.

“Bologna ha voluto più di noi questa vittoria: l’ha ottenuta con merito e con una maggiore qualità, staccando continuamente la palla dalla rete”.

Molto telegrafico il commento alla gara di Marco Bartolini, allenatore della ErmGroup San Giustino, che aggiunge:

“Siamo incappati in qualche errore di troppo e nel primo set c’è stato quell’episodio poco favorevole a noi sul 23-21; alludo al fischio dell’arbitro, che ha fatto ripetere un’azione con la palla che avremmo potuto rigiocare per il possibile 24-21. Comunque sia, dobbiamo ripartire a testa bassa e lavorare, perché domenica prossima ci attende un altro difficile test a Montecchio Maggiore”.

GEETIT BOLOGNA – ERMGROUP SAN GIUSTINO 3-0

(26-24, 25-18, 25-17)

GEETIT BOLOGNA: Ballan 2, Donati, Guerrini 13, Govoni, Lugli 20, Lusetti, Orazi 8, Maletti 13, Vinti, Gabrielli (L1), ricez. 73%, Grottoli 4. Non entrati: Serenari (L2), Oliva. All. Marco Marzola e Andrea Vanini.

ERMGROUP SAN GIUSTINO: Hristoskov 15, Marra (L1) ricez. 62%, Sitti 1, Ingrosso 2, Conti 3, Skuodis 1, Stoppelli, Cappelletti 12, Antonaci 5, Quarta 4. Non entrati: Daniel, Cioffi (L2), Procelli, Cipriani. All. Marco Bartolini e Mirko Monaldi.

Arbitri: Ruggero Lorenzin di Vicenza e Davide Prati di Albuzzano.

BOLOGNA: battute sbagliate 12, ace 4, muri 10, ricezione 57% (perfetta 23%), attacco 52%, errori 17.

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 8, ace 3, muri 6, ricezione 51% (perfetta 19%), attacco 39%, errori 22.

Durata set: 29’, 27’ e 24’, per un totale di un’ora e 20’.