La Vero Volley Assiplan Monza si aggiudica a San Giustino il titolo nazionale under 19 maschile

74
   

È la Vero Volley Assiplan Monza ad alzare meritatamente al cielo la coppa dopo essersi aggiudicata con pieno merito il titolo nazionale maschile Under 19, battendo per 3-1 nella finalissima di San Giustino i vicini di casa dei Diavoli Powervolley Brugherio in un derby che ha richiamato oltre mille spettatori sugli spalti del palasport. La formazione allenata da Mauro Marchetti si è dimostrata la più completa dell’intero lotto (prova ne siano anche i riconoscimenti individuali a tre suoi atleti fra i migliori per ruolo), nonostante il primo set sia andato ad appannaggio degli avversari, che poi alla fine di quello successivo hanno perso per infortunio alla caviglia il forte opposto Chinello: un handicap che alla distanza ha avuto il suo peso. Cerimoniale di apertura con tanto di inno italiano e poi si comincia: Monza è più efficace in difesa e arriva al massimo vantaggio sul 16-12, Brugherio colpisce di più a muro e replica, raggiungendo la parità con l’ace di Viganò e andando avanti di due lunghezze fino alla palla contesa risolta da Pertoldi per il 22-22. Un muro vincente e il contrattacco a segno di Chinello permettono ai Diavoli di andare sull’1-0 sul 26-24. E sulla battuta di Chinello la compagine di Davide Delmati rimonta il gap iniziale in una seconda frazione che vede la Vero Volley premere sull’acceleratore con un eccezionale Magliano (alla fine, 24 punti per lui) e con i contributi di Pertoldi e del centrale Taiwo. Non solo: adesso i monzesi fanno la voce grossa anche a muro e arrivano ad accumulare un margine incolmabile, che tocca i +8 sul 23-15, momento nel quale in ricaduta Chinello esce di scena per la distorsione alla caviglia; lo sostituisce Romano. Brugherio ha uno scatto di orgoglio, che però consente ad esso solo di contenere in termini più accettabili (20-25) lo scarto finale. Il terzo set vede sulle prime i Diavoli più tonici che, grazie ancora al muro, si portano sull’11-8; tuttavia, proprio in questo frangente i rosanero cominciano la parabola discendente al cospetto di un Monza che innesca Pertoldi e il solito Magliano, più un Taiwo bravo anche a muro; il mani fuori dell’opposto Frascio firma il 25-19 che significa 2-1 per la Vero Volley. La quarta e ultima frazione ha poca storia, anche perché a dare il via ai futuri campioni d’Italia sono una parallela out di Garello e una invasione (9-5), cui fanno seguito il contrattacco di Pertoldi e il primo tempo di Taiwo. Gli altri errori (in qualche caso anche elementari) stanno a dimostrare che Brugherio ha di fatto mollato e sul 23-13 l’esito è dell’intera settimana di gare è ben delineato: Taiwo piazza la veloce del 24-15, ma prima della festa Brugherio annulla quattro palle match, fino a quando un assist lungo diventa l’invito a nozze per Magliano, che chiude i giochi di nuovo sul 25-19. La festa per la Vero Volley e per i suoi tifosi può iniziare. Al termine, cerimonia di premiazione per tutte e 12 le squadre della seconda fase, fino all’epilogo del trofeo alzato al cielo dal capitano monzese Matteo Sacco. E anche per la Pallavolo San Giustino, che ha voluto organizzato la kermesse assieme a Federazione e Centro Coni, è un motivo di vittoria.

LE DICHIARAZIONI

Adriano Bilato (vicepresidente Fipav): “Mi complimento con il Comitato Regionale Umbro, con la Pallavolo San Giustino, con il Centro Coni e con tutte le società che hanno collaborato, perché ho visto tanta professionalità. Con simili ingredienti, la settimana non poteva che funzionare al meglio”.

Giuseppe Lomurno (presidente del Comitato Regionale Umbro della Fipav): “Una bella manifestazione e onore ai tanti volontari che hanno lavorato in questi giorni, perché con loro l’organizzazione è stata capillare ed efficace. Abbiamo potuto contare sulla presenza del presidente federale Giuseppe Manfredi e del suo vice, Adriano Bilato, che ringrazio di cuore così come i tre Comuni che hanno ospitato le gare delle finali (San Giustino, Città di Castello e Sansepolcro), i loro sindaci e le relative società di volley che hanno collaborato, ma in primis – lo ribadisco – i volontari: senza di loro non sarebbe stato possibile mettere in piedi l’evento. Grazie anche agli sponsor e a Stefano Telese, responsabile del settore campionati della Federazione”.

Claudio Bigi (amministratore delegato della Pallavolo San Giustino): “Una settimana impegnativa, alla pari dei mesi che l’hanno preceduta, ma dall’esito gratificante. Sono contento per la nostra società e per Enrico Ligi, il responsabile del settore giovanile, che tanto si è adoperato per portare queste finali in Alta Valle del Tevere, dove la sinergia fra i Comuni ha dimostrato che, quando siamo uniti, possiamo mettere in piedi eventi di alto livello. Per una settimana, abbiamo potuto apprezzare il meglio della pallavolo giovanile italiana e anche qualche giovane che potrebbe arricchire il roster della nostra squadra di Serie A3”.

IL TABELLINO DELLA FINALE

VERO VOLLEY ASSIPLAN MONZA – DIAVOLI POWERVOLLEY BRUGHERIO  3-1

(24-26, 25-20, 25-19, 25-19)

VERO VOLLEY ASSIPLAN: Pertoldi 14, Magliano 24, Morazzini (L1) ricez. 44%, Mariani 4, Biffi, Frascio 13, Ciampi, Taiwo 8, Sacco 6, Franchini. Non entrati: Reseghetti, Brienza (L2), Caporossi, Latella. All. Mauro Marchetti e Jacopo Valentinotti.

DIAVOLI POWERVOLLEY: Selleri 8, Chinello 12, Marini (L1) ricez. 67%, Carpita 9, Viganò 11, Romano 6, Frage, Prada 1, Grue 10, Garello 10. Non entrati: Tesi, Mancini (L2), Aretz, Centenaro. All. Davide Delmati e Moreno Traviglia.

Arbitri: Simone Miggiano di Bolzano e Marco De Orchi di Frosinone.

LE ALTRE FINALI DELLA DOMENICA

Per il 3° e 4° posto

Volley Treviso – Modena Volley 1-3

(22-25, 14-25, 25-19, 23-25)

Per il 5° e 6° posto

Cucine Lube Civitanova – Matervolley Castellana Grotte 0-3

(18-25, 26-28, 23-25)

Per il 7° e 8° posto

Lupi Santa Croce sull’Arno – Volley Parella Torino 1-3

(17-25, 21-25, 26-24, 13-25)

 

I RICONOSCIMENTI INDIVIDUALI

Miglior palleggiatore: Gabriele Mariani (Vero Volley Assiplan)

Miglior libero: Andrea Marini (Diavoli Powervolley)

Miglior attaccante: Andrea Malavasi (Modena Volle)

Miglior centrale: Gioele Adeola Taiwo (Vero Volley Assiplan)

Miglior giocatore del torneo: Lorenzo Magliano (Vero Volley Assiplan)

CLASSIFICA 2024

BIGMAT FINALI NAZIONALI MASCHILI UNDER 19

 

  1° – VERO VOLLEY ASSIPLAN MONZA (Campione d’Italia)

  2° – Diavoli Powervolley Brugherio

  3° – Modena Volley

  4° – Volley Treviso

  5° – Matervolley Castellana Grotte

  6° – Cucine Lube Civitanova Marche

  7° – Volley Parella Torino

  8° – Lupi Santa Croce sull’Arno

  9° – Kioene Padova

10° – A’ Ricchigia Gupe Volley Catania

11° – Com Cavi Volley Meta

12° – Marino Pallavolo Cv