La Sir chiude la regular season con un netto 3-0 alla Lube

240

I Block Devils trovano Milano nei quarti play-off, poi la stessa Civitanova o Verona nell’eventuale semifinale

   

Torna la Sir Safety Susa Perugia dei record, quella del bel gioco, cinico e risoluto che travolge una Civitanova già rassegnata a perdere che non dà mai la sensazione di impensierire i ragazzi di Anastasi. Quanto detto porta da sé il 3 a 0 che la Sir rifila alla Lube, chiudendo imbattuta il campionato maschile 2022/2023. Un record meritato, che porta con sé la perdita della Coppa Italia, ma anche la consapevolezza di sapere che ancora il meglio deve venire. Ora i play-off scudetto, dove Perugia affronterà Milano nel quarto di finale e una tra la Lube e Verona nell’eventuale semifinale.

CRONACA

Primo set: 6 a 4 per la Sir Safety Susa Perugia che si fa sentire in campo è sugli spalti lasciando la Cucine Lube Civitanova sbalestrata. Due ace di Leon portano Perugia sul 13 a 8. Lucidi e tenaci i ragazzi di Anastasi non lasciano spazio ai cucinieri che mostrano tutti i loro limiti in battuta e ricezione. Sul 17 a 14 il giovane Bottolo infila 2 partite consecutive. Chiede time out Civitanova sul 19 a 15 ma Herrera non perdona e al rientro mette a segno due ece che fanno volare Perugia a quota 21. La Sir è  in palla e con fantasia, e dando spettacolo, si prende gioco dei marchigiani 23 a 16. Che spettacolo! 24 a 16 e a chiude una schiacciata Gianneli. Niente da dire. Gioco perfetto.

Secondo Set: 4 a 5 ma nessuna preoccupazione si capisce che la Sir Safety Susa Perugia gioca bene. E così  è! un ace di Herrera firma l’8 pari e un altro il sorpasso 9 a 8. Si va su giù dalla parità nella fase centrale del set, poi l’allungamento della Sir grazie alla ricezione debole di Macerata (15 a 13). Conquista il giusto margine di vantaggio la squadra di Gino Sirci e va sul 21 a 16 con il time out chiamato da Blengini. Il punto del 24 lo conquista Herrera, sono sei le opportunità per Perugia di portarsi sul 2 a 1. Ci pensa Semeniuk a chiudere con una battuta “loffia” proprio dietro la rete 25 a 19.

Terzo set: 6 a 3 copione identico a quello dei primi due set, Macerata sembra rassegnata a subire il gioco di questa Sir che non dà respiro. De Cecco è  costretto a rincorrere la palla, vista la ricezione imperfetta di Macerata e l’attacco è  spesso preda del muro di Perugia (11-6).

Herrera in attacco e in battuta non sbaglia un colpo è  sicuramente il migliore in campo (18 a 14). Sul 21 a 18 Herrera prende il primo muro della partita. 23 a 19 lo conquista Perugia con uno scambio lunghissimo che fa alzare in piedi tutti il PalaBarton, gremito in ogni ordine di posto. Sul 24 a 20 punto facile per  Semeniuk. Perugia chiude la regular season. IMBATTUTA. Primato assoluto!

INTERVISTE

Alessandro Piccinelli, libero della Sir Safety Susa Perugia:

“Stasera siamo stati determinati e concreti sia in sideout che in fase break. È molto bello giocare in un palazzetto così gremito ed è molto importante per noi il sostegno del nostro pubblico. A maggior ragione ora che arriva la parte calda della stagione”.

SIR SAFETY SUSA PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-0

Set: 25-16, 25-19, 25-20

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 4, Herrera 20, Solè 9, Flavio 6, Leon 8, Semeniuk 12, Piccinelli (libero), Colaci (libero), Plotnytskyi, Cardenas. N.e.: Rychlicki, Ropret, Russo, Mengozzi. All.: Anastasi, vice all Valentini.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 2, Gabi Garcia 9, Anzani 1, Chinenyeze 6, Nikolov 9, Bottolo 11, Balaso (libero), D’Amico, Gottardo. N.e.: Yant, Zaytsev, Diamantini, Sottile, Ambrose (libero). All.: Blengini, vice all. Giannini

Arbitri: Armando Simbari – Dominga Lot

Perugia: 13 b.s., 11 ace, 43% ric. pos., 20% ric. prf., 66% att., 4 muri
Civitanova: 13 b.s., 3 ace, 30% ric. pos., 18% ric. prf., 52% att., 1 muri

Donatella Binaglia