Under 18 femminile: la finale è tra Bartoccini e Trevi

146
 

Una lotta estenuante, uno spettacolo degno di palcoscenici superiori, una partita assolutamente vietata ai deboli di cuore quella andata in scena ieri al PalaGalinella tra le padroni di casa della Sava Energia Trevi e Pallavolo Perugia, valevole per l’accesso all’atto conclusivo del Campionato Regionale Under 18.

Alla fine ad aver avuto la meglio sono state le padroni di casa, nonché le campionesse uscenti di categoria, che, dopo aver visto le streghe, sotto 2 set a 0, si sono ridestate e, sfoderando una prestazione corale di altissimo livello, hanno ribaltato partita e risultato.

In una partita così densa, come quella giocata ieri sera è difficile, se non impossibile, nominare le migliori in campo: ognuna delle ragazze chiamate in causa hanno dato il loro contributo fondamentale all’incontro.

A livello di punti, la palma della migliore va a Princess Ndulue che colleziona 25 punti, seguita da Rachele Pioli a 12 in coabitazione con la centrale Rebecca Eleuteri.

Se queste tre ragazze sono state in grado di mettere a segno quasi 50 punti, è merito anche delle palleggiatrici, Elisa Bosi e Vittoria Porcu, che hanno confezionato delle alzate che chiedevano soltanto di essere schiacciate a terra. Come possiamo non sottolineare, poi, l’importanza in difesa della Libero, Sofia Coresi, di Elisabetta Toma e Biana Proietti autrici di recuperi, che non vengono registrate a referto, ma restano impresse nell’esigente pubblico trevano. Oppure le sempre insidiose battute della centrale Silvia Pecelli. Infine, come non sottolineare il ritorno in campo dopo un periodo di assenza di Beatrice Pizzi, che ha dato il suo contributo nei momenti decisivi del terzo set.

La Pallavolo Perugia, da canto suo, ha padroneggiato nei primi due set con gli attacchi di Alessia Patasce (17 punti), Cicchi (9) e Narducci (13) che non hanno lasciato scampo alla difesa avversaria. Nel terzo set, dopo aver recuperato 7 punti alle avversarie ed essere stati 2 punti dalla vittoria, non sono stati in grado di reggere l’urto della riscossa della squadra trevana.

Il primo set vede la squadra ospite dominare: nel giro di 5 minuti si passa dalla situazione di equilibrio del 9 pari al 15-9 con gli attacchi vincenti di Patasce. La Sava Energia non riesce a proporre il suo solito gioco: la squadra di Perugia ne approfitta e, con un errore in attacco delle avversarie, chiudono velocemente il set per 25-12.

Il secondo set, dopo un avvio bruciante della Sava Energia che si porta sul 4 a 0 e subito ripreso da Perugia, si mostra più equilibrato. Perugia trova un parziale di 7 punti a 1 che la porta dal 12 pari al 19-12. Nonostante lo sforzo finale della Sava Energia per ricucire lo strappo, un attacco di Alessia Patasce pone fine al set per 25-21.

Mister Sperandio chiama a raccolta il gruppo e, come un comandante in capo, incita la propria squadra a tirare fuori tutto il carattere, la grinta, il gioco che le contraddistinguono. L’incitamento, ben udibile in tribuna, nonostante i festeggiamenti dei tifosi ospiti, sortisce il suo effetto e il terzo set vede in campo un’altra Sava Energia Trevi. La squadra di casa si porta avanti subito di 4 punti (7-3), Pioli e Ndulue iniziano a mettere a terra palloni di fila che permettono alla propria squadra di allungare (14-6). Perugia, guidata da Patasce e Cicchi, iniziano la rimonta che si concretizza con un attacco out di Trevi che porta il punteggio sul 15 pari. Si arriva nel momento caldo del set in perfetta parità (22 pari): con due ace di fila di Vittoria Porcu, la squadra di casa si guadagna 2 opportunità per chiudere il set (24-22). Un errore in servizio e un attacco vincente della Cicchi, allunga la contesa ai vantaggi. Un attacco vincente di Beatrice Pizzi e un atto out di Perugia, danno la vittoria alla Sava Energia per 29-27.

Nel quarto set, la partita avanza nel solco della parità: un attacco di Ndulue porta la propria squadra avanti di tre punti (16-13). Perugia prova a reagire e a non lasciare andare le avversarie: ma il divario si allarga con tre punti di fila di Pizzi, Pioli e Ndulue che porta il vantaggio a +5 (23-18). Con il punto finale della Eleuteri, dopo un azione estenuante contrassegnata dalla paura di sbagliare, la Sava Energia porta la contesa al 5° set (25-19).

Nel quinto set non c’è partita con Perugia che ha finito la benzina e con la Sava Energia che imperversa. Con il punteggio finale di 15-2, la Sava Energia conquista la vittoria finale e, la possibilità di sfidare la Bartoccini Infissi Perugia domenica nella Finale Regionale Under 18 alle ore 20

Sava Energia Trevi-Pallavolo Perugia Rubino 3-2 (12-25, 21-25, 29-27, 25-19, 15-2)

Sava Energia Trevi: Eleuteri 12, Pecelli 10, Ponellini, Bosi 5, Pioli 12, Porcu 2, Ndulue 25, Proietti B. 4, Toma 2, Coresi (L), Pizzi 4. all. Gian Paolo Sperandio e Cristina Gargagli

Pallavolo Perugia Rubino: Di Matteo (L1), Mochetti, Cicchi 9, Tomassoli, Patasce 17, Marconi 1, Narducci 13, Tittarelli, Alfonsi, Cucina (L2)., Magrini. all. Sabrina Paparelli