Sir, 6 grande: la Supercoppa è tua!

68
Sir, 6 grande: la Supercoppa è tua! Al tie-break contro la Lube arriva il sesto trofeo dopo l'ennesimo match al cardiopalma

Sir, 6 grande: la Supercoppa è tua! Al tie-break contro la Lube arriva il sesto trofeo dopo l’ennesimo match al cardiopalma

È della Sir Safety Conad Perugia la Del Monte Supercoppa, il primo titolo messo in palio nella stagione.

I Block Devils sconfiggono 16-14 al tie break, dopo due ore e mezza di grande battaglia sportiva, la Cucine Lube Civitanova e conquistano per la terza volta nelle ultime quattro stagioni, la seconda consecutiva, la Supercoppa Italiana.

È festa grande per i cento Sirmaniaci presenti all’Agsm Forum di Civitanova quando Solè infila il muro che chiude una sfida infinita, bellissima, palpitante, emozionante, fatta di continui capovolgimenti di fronte e capace di offrire al pubblico presente (1237 gli spettatori tutti in sicurezza) una pallavolo già di altissimo livello.

Perugia la vince di testa, dimostrandosi più forte delle assenze di Atanasijevic e Russo e sopperendo con la forza del gruppo. Un gruppo che non è certo perfetto adesso dal punto di vista pallavolistico. Ma un gruppo coeso, compatto, che non molla mai, che ha in Colaci e Travica, autori entrambi di una grande prova, le guide spirituali e in Leon (Mvp della Supercoppa) l’asso nella manica.

Il cubano-polacco chiude con 31 palloni vincenti ed il 64% in attacco caricandosi sulle spalle la squadra in alcune fasi. Ma che dire di Plotnytskyi, che gioca con qualità da fenomeno in tutte le zone del campo, e di Solè che chiude con 5 muri e tanti primi tempi vincenti.

Ricci (86% in attacco) porta come sempre il suo pesantissimo mattone alla causa, Ter Horst si dimostra buono per tutte le stagioni, in banda o come opposto per far rifiatare Vernon-Evans.

Ma tutti, davvero tutti, sono protagonisti, compreso ovviamente l’istrionico coach Heynen che anche stasera inventa alchimie tattiche e mosse a sorpresa. A sorpresa per gli altri, non per lui che con il suo lavoro in palestra ha forgiato una squadra caratterialmente di ferro.

Perugia fa festa dunque per la terza Supercoppa della sua storia. Da mercoledì sarà Superlega, ma certo iniziare la stagione così non è davvero male.

CRONACA

Formazione della viglia per Heynen con Vernon-Evans opposto e la coppia Ricci-Solè al centro. Partenza sprint della Lube (0-3). Pipe di Juantorena, poi primo tempo di Simon (1-6). Leon accorcia (4-7). Ace di Leal, poi out Vernon-Evans (4-10). Anzani mantiene il vantaggio, poi muro di Simon (8-15). Ace di Plotnytskyi (11-16). Il neo entrato Ter Horst va a segno in parallela, ma Perugia non riesce a rientrare (16-21). Con Plotnytskyi in battuta Perugia cerca il recupero (20-22). Leal chiude la parallela (20-23). Lube al set point dopo l’errore al servizio del neo entrato Zimmernann (21-24). Rychlicki manda avanti la Lube (22-25).

Simon dà il primo break alla Lube nel secondo set (2-4). I muri di Solè e Ricci pareggiano a quota 7. Perugia avanti, per la prima volta nel match, con la pipe di Leon (9-8). Altro muro di Solè (11-9). Invasione aerea fischiata a Travica (11-11). Ace di Plotnytskyi (14-12). Due bombe di Leon (17-14). Il muro Lube pareggia subito (17-17). Rychlicki risponde a Vernon-Evans (20-20). Break Perugia con Leon (23-21). Ace di Simon e pareggio (23-23). Out Simon, set point Perugia (24-23). Out Rychlicki, i Block Devils tornano in pista (25-23).

Ace di Plotnytskyi e muro di Travica in avvio di terzo set (3-0). Out Juantorena, poi ace di Leon (9-3). La Lube non molla e dimezza lo svantaggio (11-8). Perugia riparte con Plotnytskyi e Solè (13-8), Juantorena accorcia ancora (13-10). Il muro di Leon (15-10). Scambio lunghissimo vinto da Civitanova (17-14). Grande pallavolo in campo con Leon che chiude il pallone del 21-17. Ace di Simon (21-19). Il muro di Perugia (23-19). Super attacco di Leon e set point Perugia (24-19). Chiude subito Ricci (25-19).

Equilibrio nel quarto set (3-3). Break Lube con Juantorena, Anzani e l’ace di Simon (4-8). Scappa Civitanova con il muro di Juantorena (10-15). Il muro di Solè (13-16). Maniout di Leon (15-17). La Lube sprinta con Hadrava, in campo per Rychlicki (17-21). Il muro di Anzani porta la Lube al set point (19-24). Junatorena manda la finale al tie break (19-25).

Leon e poi out Leal in avvio di quinto set (2-0). Plotnytskyi mantiene le distanze (6-4). Il muro di Solè (8-5). Il muro stavolta è di Civitanova (8-7). Perugia resta a +2 (11-9). Ace di Leal e parità (11-11). Out Leon, va avanti Civitanova (11-12). In rete Leal (12-12). In rete anche Juantorena (13-12). Out Leon (13-13). Plotnytskyi con l’aiuto del nastro, match point Perugia (14-13). Juantorena, si va ai vantaggi (14-14). Solè (15-14). Il muro di Solè, la Supercoppa resta a Perugia!(16-14).

INTERVISTE

Vital Heynen, tecnico della Sir Safety Conad Perugia:

“Per noi era importante vincere stasera, con un avversario di grande livello come Civitanova e senza dimenticare che eravamo senza due giocatori. Ma la squadra ha giocato sempre, dimostrando grande carattere. Abbiamo lavorato molto sulla costruzione di un gruppo coeso, i ragazzi hanno giocato sempre insieme”.

Wilfredo Leon, schiacciatore della Sir Safety Conad Perugia:

“L’Mvp stasera è stata la squadra. Abbiamo fatto un lavoro duro in preparazione e la Supercoppa l’ha vinto la squadra con il lavoro di ogni giorno. Stasera abbiamo combattuto, è stata una finale bellissima contro uno squadrone come la Lube. Grazie ai nostri tifosi che sono venuti ed a quelli che hanno tifato da casa”.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-2

Set: 22-25, 25-23, 25-19, 19-25, 16-14

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 1, Vernon-Evans 7, Ricci 6, Solè 13, Leon 31, Plotnytskyi 14, Colaci (libero), Ter Horst 6, Zimmermann, Sossenheimer, Piccinelli. N.e.: Atanasijevic, Biglino, Russo (libero). All.: Heynen

CUCINE LUBE CITIVANOVA: De Cecco 1, Rychlicki 11, Simon 14, Anzani 12, Leal 17, Juantorena 12, Balaso (libero), Kovar, Yant, Falaschi, Hadrava 5. N.e.: Marchisio (libero), Larizza. All.: De Giorgi

Arbitri: Daniele Rapisarda – Mauro Goitre

Perugia: 25 b.s., 4 ace, 57% ric. pos., 28% ric. prf., 53% att., 12 muri
Civitanova: 19 b.s., 5 ace, 50% ric. pos., 32% ric. prf., 49% att., 8 muri