Sideri, San Giustino: “Qui mi trovo bene”

393
 
 

Ha giocato uno spezzone di partita contro i Lupi di Santa Croce sull’Arno, piazzando i primi colpi d’attacco in maglia biancazzurra, poi a Magione è stato schierato titolare e ha risposto con 12 punti e 2 muri vincenti. Come dire che, a distanza di due mesi dal suo arrivo, lo schiacciatore Francesco Sideri (28enne sardo) si è pienamente ambientato nella ErmGroup San Giustino. La pausa forzata del campionato gli è servita per rimettersi in carreggiata e anche di lui vi sarà bisogno in questa fase della stagione che sta diventando sempre più decisiva.

“Sono stato accolto a braccia aperte e quindi non avrebbe potuto esservi modo migliore per cominciare. Io sto ricambiando e con i nuovi compagni si è creata una bella complicità. Per non parlare poi della società, seria e professionale”.

“Non giocavo da tempo: ora mi sto allenando al massimo e sento che mi sto riprendendo sempre più. Gli stessi errori che ho commesso debbono essere comunque inquadrati in questa ottica. Anche il problema alla spalla sembra risolto: il braccio mi sta tornando e ho ricominciato a tirare forte, ma debbo continuare a lavorare per perfezionare la tecnica e piazzare i colpi, per cui sento di dover fare ancora tanto, ma sono contento”.

“Fra i campionati di A3 e di B non vi è una marcata differenza, mentre la A2 esula da questo contesto. Il livello del girone è più che buono, per cui bisogna farsi trovare sempre pronti”.