Serie B, stop alle retrocessioni

124

Serie B, stop alle retrocessioni. La Giunta Federale risponde alle criticità generate dalla difficile situazione

E’ di poco fa l’annuncio del blocco delle retrocessioni nella Serie B, sia maschile che femminile. Nella riunione della Giunta Federale che si è tenuta ieri, lunedì 15 febbraio, la Federazione Italiana Pallavolo ha, infatti, deliberato tale risoluzione alla luce delle varie problematiche che si stanno verificando a causa della pandemia e in seno alle società stesse.

Di seguito il testo del comunicato:

Al termine della Giunta Federale riunitasi nel pomeriggio di ieri, la Fipav ha deciso con un provvedimento dettato dalla straordinarietà del momento e dalle numerose difficoltà che le società stanno incontrando, che i Campionati Nazionali di Serie B Maschile, B1 e B2 Femminili, si disputeranno senza le retrocessioni.

La decisione è stata adottata per diversi motivi: primo fra tutti il protrarsi della situazione pandemica a causa della quale molte partite sono già state sospese generando incertezza riguardo i tempi dei recuperi.
Ciò che ne sta conseguendo è un condizionamento di fatto dell’attività agonistica che le stesse società sono costrette a subire.

Con l’intento, dunque, di porre rimedio a tale situazione e considerando che la maggior parte dei Comitati Regionali, nel programmare la ripartenza dei Campionati di Serie C, ha bloccato le retrocessioni in Serie D, la Fipav ha dunque deciso il blocco delle retrocessioni in via straordinaria per la stagione 2020-2021.
Con l’ulteriore obiettivo di sostenere poi l’attività delle società nella loro interezza, sarà sottoposto all’attenzione del Consiglio Federale un progetto relativo alla strutturazione complessiva degli organici dei Campionati dalla Serie A a quelli delle Divisioni nel corso del quadriennio 2021-2024.

Arianna Boco