San Giustino espugna San Donà di Piave

100
 

La ErmGroup passa con pieno merito per 3-1 al “Guido Barbazza” di San Donà di Piave contro il Volley Team di coach Paolo Tofoli e riequilibra la sua classifica dopo sei giornate del campionato nazionale di Serie A3 Credem Banca, girone Bianco. Anche in questo caso, dopo il difficile rodaggio – costato la perdita del primo set – i biancazzurri hanno iniziato a difendere e contrattaccare: a quel punto, sono divenuti padroni della situazione, vincendo nettamente la seconda e la terza frazione e chiudendo una quarta che, quando era saldamente nelle loro mani, aveva registrato il pronto ritorno dei padroni di casa. Più precisi anche in ricezione, Marra e compagni hanno potuto affondare meglio i colpi in attacco, con tre pedine che si sono messe in particolare evidenza: l’opposto Petar Hristoskov, autore di 25 punti; lo schiacciatore Niccolò Cappelletti (19), molto efficace anche in battuta con 6 ace e il centrale Augusto Quarta (13), ma è l’intero collettivo con Alessio Sitti in cabina di regia ad aver ritrovato i suoi sincronismi, reagendo nella maniera migliore al precedente ko interno contro Montecchio Maggiore. Fra i veneti, si segnalano i 22 punti dell’opposto greco Angelos Mandilaris e 12 dello schiacciatore David Umek.

CRONACA

Paolo Tofoli schiera la diagonale Mazzon-Maindilaris, al centro Mazzanti e Dal Col, a lato Dalmonte e Umek e libero Bassanello. Nella ErmGroup San Giustino, la novità dall’inizio concerne l’impiego di Skuodis a lato assieme a Cappelletti, con Sitti palleggiatore, Hristoskov opposto, la coppia centrale Quarta-Antonaci e libero Marra. Due attacchi out di Hristoskov e Quarta, più una stoccata di Umek, portano ancora a freddo il San Donà sul 6-2 e questo break si rivelerà decisivo, perché San Giustino non riuscirà a ricucire lo strappo a causa di una difesa non ancora tonica; anzi, quando Hristoskov viene murato i locali vanno sul 12-7 e allora il bulgaro si riscatta con la stessa moneta, poi con un contrattacco vincente riporta i suoi a –2, sul 15-17, subendo però più avanti il nuovo muro che frutta al San Donà il 20-16, ritoccato di lì a poco con il sigillo del 23-18 apposto dal diagonale di Mandilaris. Nella parte finale, la ErmGroup si sveglia, ma oramai è tardi: una parallela dalla seconda linea ancora dell’attaccante ellenico e una risposta fuori del muro su Umek, confermata dal video check, consegnano il 25-21 e l’1-0 ai locali.

Tentativo di allungo della ErmGroup con Hristoskov e Quarta nella seconda frazione, con il San Donà che subito lo stoppa; non sarà così dall’8 pari, quando Cappelletti – autore anche di un ace – e Skuodis danno un primo strappo; recupero avversario fino al 10-12, poi San Giustino comincia a difendere e a spizzicare a muro, con Hristoskov che sale in cattedra e punge anche al servizio, fino al massimo vantaggio di 18-11. Il San Donà arriva a quota 14, poi Cappelletti dalla seconda linea e Sitti con un pallonetto di seconda riallungano in maniera definitiva e Hristoskov firma gli ultimi punti, che valgono il 25-19 e il pareggio.

La sensazione che la ErmGroup abbia preso in mano il comando delle operazioni è confermata dai fatti nel terzo set, che viaggia sull’equilibrio solo nei frangenti iniziali; il muro a uno di Antonaci (positivo pure lui) su Mazzanti è il primo segnale di una fuga che si concretizza con Cappelletti, con un pallonetto di Hristoskov e con due ace ancora di Cappelletti. La ricezione ordinata della squadra di Bartolini è un altro requisito che fa la differenza e Cappelletti si distingue anche per un muro vincente, così come Quarta sulla sua specialità: i primi tempi. Il fallo di posizione rilevato ai veneti sulla battuta di Daniel, che frutta il 19-12, è l’inizio del rush finale sangiustinese: 25-14, con Cappelletti al servizio che piazza ben tre ace, compreso quello che chiude il conto.

La ErmGroup sfrutta l’onda lunga che l’ha portata in vantaggio e preme sull’acceleratore anche in avvio di quarto set, favorita per giunta dagli errori degli attaccanti locali. Hristoskov continua a colpire anche dai nove metri e il vantaggio di sei lunghezze (9-3) è il viatico migliore per andare a chiudere il match, anche perché il San Donà comincia a palesare qualche problema in ricezione. Quando Dal Col sbaglia la mira – siamo sul 16-8 per la ErmGroup – i giochi sembrano fatti, non fosse per la reazione d’orgoglio della formazione di Tofoli che, anche grazie al muro su Hristoskov e al primo tempo sbagliato di Quarta, si riavvicina ai biancazzurri; il contrattacco a segno di Umek e il successivo ace di Mazzon rimettono in discussione per un attimo la sfida sul 18-19. Ci vogliono allora Cappelletti al termine di un lungo scambio e Hristoskov a condurre la ErmGroup verso la vittoria, favorita anche da un assist impreciso del libero Bassanello del San Donà. A decretare il 25-22 è una battuta lunga di Palmisano per la gioia dell’intero staff della ErmGroup, che conquista la terza vittoria stagionale su sei partite e la seconda in campo esterno.

INTERVISTE 

Marco Bartolini commenta con soddisfazione i tre punti conquistati:

“Non era un’impresa facile – dice il tecnico della ErmGroup San Giustino – dopo la sconfitta di sette giorni fa e la settimana che abbiamo vissuto. C’era anche un po’ di nervosismo, ma avevo raccomandato pazienza contro una squadra che all’inizio ha tentato di sopravanzarci in battuta e a muro. Già alla fine del primo set, nonostante l’esito sfavorevole, avevamo però capito che potevamo farcela, poi è venuto fuori Hristoskov e con lui anche gli altri. Una capitolo particolare per Skuodis, che era alla sua prima partita da titolare fin dall’inizio e che la sentiva in modo particolare, ma alla fine siamo stati capaci di indirizzare al meglio la sfida dalla nostra parte”.

TABELLINO

VOLLEY TEAM SAN DONA’ DI PIAVE – ERMGROUP SAN GIUSTINO  1-3

(25-21, 19-25, 14-25, 22-25)

VOLLEY TEAM SAN DONA’ DI PIAVE: Trevisiol, Dal Col 7, Bassanello (L) ricez. 40%, Amarilli, Mignano 4, Palmisano, Mandilaris 22, Mazzon 3, Dalmonte 3, Mazzanti 5, Umek 12. Non entrati: Parisi, Tuis. All. Paolo Tofoli e Daniele Moretti.

ERMGROUP SAN GIUSTINO: Hristoskov 25, Marra (L1) ricez. 62%, Daniel, Sitti 1, Cioffi, Skuodis 4, Cappelletti 19, Antonaci 6, Quarta 13, Cipriani. Non entrati: Karimi (L2), Sorrenti, Stoppelli, Procelli. All. Marco Bartolini e Mirko Monaldi.

Arbitri: Emilio Sabia di Potenza e Marco Pernpruner di Trento.

SAN DONA’ DI PIAVE: battute sbagliate 15, ace 5, muri 7, ricezione 48% (perfetta 22%), attacco 41%, errori 33.

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 13, ace 8, muri 6, ricezione 61% (perfetta 35%), attacco 48%, errori 29.

Durata set: 27’, 31’, 23’ e 30’, per un totale di un’ora e 51’.