La Sir vuole il pass per la finale di Supercoppa

    61
    La Sir vuole il pass per la finale di Supercoppa. A Modena i Block Devils qualificati in caso di vittoria o di sconfitta al tie-break. Altrimenti ci sarà il golden set

    La Sir vuole il pass per la finale di Supercoppa. A Modena i Block Devils qualificati in caso di vittoria o di sconfitta al tie-break. Altrimenti ci sarà il golden set

    Seduta di allenamento stamattina al PalaBarton, poi nel pomeriggio partenza alla volta di Modena.

    È questo il sabato della Sir Safety Conad Perugia, giorno di vigilia della semifinale di ritorno della Del Monte Supercoppa in programma domani (fischio d’inizio alle ore 18:00 e diretta web su Eleven Sport) al PalaPanini contro i padroni di casa della Leo Shoes Modena.

    Si gioca per un posto nella finalissima del 25 settembre di Verona, si gioca, pur se la stagione è appena iniziata, già per un obiettivo importante, si gioca per proseguire la corsa verso il primo trofeo dell’anno.

    In virtù della sfida d’andata, i Block Devils staccheranno il pass per la finale vincendo con qualsiasi punteggio o perdendo al tie break, in caso di vittoria di Modena 3-0 o 3-1 sarà il Golden Set al 15 a decidere.

    In virtù di questo, ed in considerazione anche del grande equilibrio che ha regnato per larghi tratti nella partita di sette giorni fa al PalaBarton, non ci sono calcoli da fare in casa bianconera, ma al contrario, come detto anche ieri da Max Colaci, bisogna scendere in campo fin dal primo pallone con il giusto approccio e la giusta aggressività per andare alla ricerca della vittoria.

    La squadra ha lavorato con cura e qualità in settimana agli ordini di coach Heynen, cercando di migliorare situazioni di gioco ed affinità tra i reparti e studiando tutte le contromisure al sistema tattico ed agli attaccanti avversari.

    Il tecnico belga sembra orientato a confermare i sette della partita d’andata con Travica in regia in diagonale con il canadese Vernon-Evans, Ricci e Solè coppia di centrali, Leon e Plotnytskyi martelli ricevitori e Colaci libero.

    Modena, come accaduto a Perugia sette giorno fa, avrà disponibile il 25% della capienza del PalaPanini e dunque potrà contare anche sull’appoggio del proprio pubblico, suppur ridotto, per provare a ribaltare le cose.

    Coach Giani potrebbe confermare il sestetto che ha iniziato al PalaBarton rinunciando inizialmente a Vettori e spedendo in campo al fischio d’inizio Christenson al palleggio, Karlitzek opposto, Mazzone e Stankovic centrali, Petric e Lavia schiacciatori di posto quattro e Grebennikov a guidare la seconda linea.

    A parlare alla vigilia del match è il libero bianconero Massimo Colaci:

    “Mi aspetto una partita molto combattuta – esordisce il libero – Modena è un campo storico e difficile dove per vincere devi giocare al 110%. Loro certamente giocheranno meglio e non commetteranno gli errori delle fasi finali del primo e secondo set della sfida d’andata. Ci sarà da sudare, sarà importante partire bene e penso che l’approccio alla gara sarà fondamentale. Noi veniamo da una settimana buona, abbiamo lavorato su tutte quelle cose, e sono state diverse, che non sono andate così bene nella gara d’andata e dove credo che abbiamo ampio margine di crescita. Sarà difficile ed è giusto e normale che lo sia, la sfida di domenica scorsa ha parlato chiaro, i primi due set soprattutto sono stati molto duri”.

    Il libero di Perugia e della nazionale italiana, dall’alto della sua esperienza, chiarisce in conclusione anche un altro concetto:

    “Se la vittoria dell’andata può influire in vista di domenica? Assolutamente no, non influirà. Anche se è un po’ che non si gioca, siamo giocatori abituati a giocare sfide di andata e ritorno in pochi giorni sia nei playoff che in Champions. Certamente vincere aiuta sempre anche perché lavori in settimana con maggiore serenità ed entusiasmo. Ma finisce lì, domenica non possiamo farci condizionare dal risultato della prima partita”.

    PROBABILI FORMAZIONI

    LEO SHOES MODENA: Christenson-Karlitzek, Stankovic-Mazzone, Petric-Lavia, Grebennikov libero. All.: Giani

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica-Vernon-Evans, Ricci-Solè, Leon-Plotnytskyi, Colaci libero. All.: Heynen

    Arbitri: Luca Sobrero – Andrea Pozzato