La Sir sbanca in rimonta il PalaPanini

60
La Sir sbanca in rimonta il PalaPanini. Leon e compagni superano 3-1 Modena e mantengono la vetta

La Sir sbanca in rimonta il PalaPanini. Leon e compagni superano 3-1 Modena e mantengono la vetta

“Siamo partiti un po’ contratti, poi con l’andare del match ci siamo sciolti ed è stato un crescendo come qualità di gioco. Stasera era importante vincere e ci portiamo a casa tre punti d’oro per la nostra classifica. A che punto siamo in vista della Coppa Italia? Siamo a un buon punto, direi. Finalmente ci stiamo allenando tutti, in palestra c’è un buon clima, fisicamente stiamo bene, stiamo giocando discretamente e quindi siamo ottimisti in vista dei quarti di finale di mercoledì”.

È Fabio Ricci a parlare al termine della terzultima di Superlega con la Sir Safety Conad Perugia che sbanca in rimonta il PalaPanini superando in quattro set i padroni di casa della Leo Shoes Modena.

Tre punti di platino che consentono a Perugia di rimanere al comando della classifica conservando tre lunghezze di vantaggio su Civitanova e che sono ottimo viatico per la settimana della Coppa Italia con Perugia attesa mercoledì dal quarto di finale al PalaBarton in gara unica contro Ravenna.

È il muro il fondamentale vincente dei bianconeri che piazzano 11 vincenti (3 a testa per Leon e Travica) senza subirne dagli avversari. Ottimo anche l’attacco di squadra (59% di positività contro il 46% di Modena) ed in generale convincente la fase break con Colaci a guidare da par suo la difesa e garantire palloni buoni per i contrattacchi.

Quattro i Block Devils in doppia cifra. 27 i punti dell’Mvp Leon (64% in attacco), 12 per il solito costante Ter Horst, 11 per il “mago ucraino” Plotnytskyi (autore di alcuni colpi di gran classe) e 10 per Seba Solè, un cecchino in primo tempo. Mattoncino alla causa consueto di Ricci e ottimo Travica in regia ed anche nella gestione emotiva della squadra.

Ora per Perugia si apre la parentesi Coppa Italia. Mercoledì al PalaBarton arriva la Consar Ravenna e, se i favori del pronostico pendono dalla parte dei Block Devils, saranno necessari il giusto atteggiamento ed una prova importante per staccare il pass per la Final Four di Bologna.

CRONACA

Formazione consolidata per Heynen. Subito Ricci-Ter Horst e l’ace di Plotnytskyi (0-3). Vettori accorcia (4-5). Lavia e Mazzone firmano il sorpasso dei padroni di casa (10-9). Leon capovolge subito (10-11). Modena prova a scappare con il turno al servizio di Christenson (13-11). È fuori l’attacco di Leon (16-13). Entra Karlitzek e piazza subito l’ace, poi out Leon (21-16). Si riscatta il cubano con due in fila, poi l’errore di Vettori riporta Perugia a -2 (21-19). Il punto dell’opposto di casa porta Modena vicina al traguardo (23-20). Muro di Solè (23-22). In rete il servizio di Leon, set point Modena (24-22). La pipe di Lavia manda avanti i padroni di casa (25-23).

Ter Horst pizza il primo break del secondo set con attacco ed ace (1-4). Primo tempo di Solè (1-5). Plotnytskyi mantiene le distanze (3-7). Pipe e poi pallonetto di Leon (5-11). Un paio di errori dei Block Devils rimettono in pista Modena (9-12). Leon e Ter Horst riportano Perugia a +6 (9-15). Modena torna sotto sempre con il servizio (15-18). Leon si carica sulle spalle l’attacco bianconero (16-20). Vettori dimezza le distanze (19-21). Muro vincente di Ricci, set point Perugia (20-24). Il servizio in rete di Mazzone rimette tutto in parità (21-25).

Ace di Karlitzek ed errore di Plotnytskyi in avvio di terzo set (3-1). Ace di Mazzone (5-2). Muro di Solè (5-4). Ace di Ter Horst (6-6). Out Karlitzek, muro di Travica e vantaggio bianconero (7-9). Leon tira un missile da posto uno (8-11). Muro di Travica (8-13). Vettori riporta Modena a -3 (10-13). Fuori il primo tempo di Stankovic, poi Solè e poi due volte Leon (12-20). Modena reagisce subito con Vettori (15-20). Ace di Rinaldi (17-21). Solè fa ripartire Perugia, poi muro di Travica (17-23). Plotnytskyi porta i suoi al set point (18-24). Chiude subito Ricci (18-25).

Punto a punto nella fase iniziale del quarto set (5-5). Avanti Modena con Lavia (7-6). Vettori prende l’astina in attacco (7-8). Ace di Ter Horst (10-12), poi ace di Leon (11-14). Magia di Plotnytskyi (13-17). Muro vincente di Ricci, poi Plotnytskyi di prende la scena dai nove metri (14-19). Muro di Leon (14-20). Out Ter Horst, ace di Rinaldi e Modena torna a -3 (18-21). Perugia arriva al match point con il muro di Leon (18-24). Tre errori in fila dei bianconeri costringono al timeout Heynen (21-24). È Solè a dare i tre punti alla Sir (21-25).

LEO SHOES MODENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3

Set: 25-23, 21-25, 18-25, 21-25

LEO SHOES MODENA: Christenson, Vettori 18, Stankovic 4, Mazzone 6, Petric 3, Lavia 8, Grebennikov (libero), Karlitzek 9, Porro, Rinaldi 5, Buchegger. N.e.: Bossi, Iannelli (libero), Sanguinetti. All. Giani, vice all. Carotti.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 4, Ter Horst 12, Ricci 6, Solè 10, Leon 27, Plotnytskyi 11, Colaci (libero), Piccinelli, Zimmermann, Vernon-Evans. N.e.: Atanasijevic, Biglino, Russo (libero), Sossenheimer. All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Alessandro Tanasi – Gianluca Cappello

Modena: 17 b.s., 7 ace, 43% ric. pos., 28% ric. prf., 46% att., 0 muri
Perugia: 21 b.s., 6 ace, 42% ric. pos., 16% ric. prf., 59% att., 11 muri