La Sir a casa con la ‘coda tra le gambe’

147

Vince la Itas Trentino la Super Coppa e lo fa con grinta mostrando un eccellente Micheletto, guidato da Sbertoli, con in cattedra coach Lorenzetti, veterano allenatore del volley capace di motivare e dare spinta a tanti giovani talenti.  Trento diminuisce gli investimenti è punta su un gruppo di giovani esuberanti pronti a dire al loro anche in Campionato.

La Sir Safety Conad Perugia torna  a casa, coda tra le gambe, consolandosi sul fatto che contro una Trento così ben organizzata poco si poteva fare.  Certo a pensare ai tanti campioni e alle tante medaglie che c’era nel campo di Perugia un po’ di sconforto sale, ma si sa che la Supercoppa essendo in apertura di stagione non premia le squadre che hanno cambiato tanti giocatori come la Sir.

Perde la sfida due volte anche Giannelli, una come ex giocatore di Trento (7 anni in A1) e l’altra come palleggiatore surclassato da Sbertoli (suo secondo in Nazionale). Sicuramente è mancata a Perugia la battuta, fondamentale di attacco ormai essenziale nella pallavolo moderna, e un opposto titolare. Ora si torna a giocare nella regular season consapevoli che si può e si deve migliorare.

Donatella Binaglia