De Cecco: “La pallavolo per quest’anno è finita”

43
De Cecco:

De Cecco: “La pallavolo per quest’anno è finita”. Il capitano di Perugia: “Dopo la positività di Ngapeth non sono ottimista sulla ripresa. Con i compagni di squadra non si parla più di volley”

Luciano De Cecco, capitano della Sir Safety Conad Perugia, ha rilasciato alcune dichiarazioni a “La Nazione” riguardo la situazione di emergenza attuale e una possibile ripresa dei campionati di pallavolo. Ma il palleggiatore si è mostrato poco ottimista e soprattutto realista.

“Ogni giocatore cerca di tenersi in forma come meglio può – afferma l’argentino – A me aiuta molto mia moglie Paula che è una tennista ed è abituata più di me a fare esercizi singolarmente visto che pratica uno sport individuale”.

E sulla situazione di emergenza attuale e sulla speranza di riprendere le competizioni, De cecco non si nasconde.

“Si dice che alcune società vogliono terminare il campionato, ma non credo possa esserci ottimismo. I numeri parlano chiaro: la situazione non migliora, il tempo stringe e i contratti stanno scadendo. Adesso ci sentiamo poco con gli altri compagni di squadra. Nelle nostre conversazioni non si parla di pallavolo, ma solo di questa emergenza sanitaria e delle misure adottate”.

Nei giorni scorsi è poi arrivata la notizia della positività al Covid-19 dello schiacciatore dello Zenit Kazan Earvin Ngapeth…

“Quando ho saputo di Ngapeth ho subito pensato che la pallavolo per quest’anno è finita. Gli unici campionati che rimanevano ancora aperti erano quello russo e quello turco. Adesso neppure loro giocano più, hanno capito che dovevano sospendere. Le speranze di riprendere si sono dunque esaurite”.

Nicolò Brillo