Bartolini: “Segnali di grande crescita”

49

Bartolini: “Segnali di grande crescita”. Il tecnico di Città di Castello analizza la ripresa della squadra

L’euforia, la gioia, gli abbracci, sopiti da 11 lunghi mesi, hanno caratterizzato il finale della partite che Città di Castello ha vinto al quinto set contro l’Italchimici Foligno.

Una partita caratterizzata dalle montagne russe, un’altalena di punteggio che ha tenuto col fiato sospeso le due squadre e i tifosi che hanno seguito via web la partita (si è avuto un picco di oltre 100 contatti) fino al punto di Fuganti che ha regalato i primi due punti e la prima gioia al gruppo di Marco Bartolini.

E dire che la gara, o meglio il pre gara, aveva riservato solo amarezze ai biancorossi, costretti a fare a meno di capitan Davide Marra per l’infortunio che sarà valutato tra oggi e domani dal dott. Michele Palleri.

Ma nelle difficoltà il gruppo si è unito, guidato in campo dall’esperienza di “Pippo” Fuganti Pedoni che è risultato decisivo nei momenti caldi del match. Ma non si può certo dimenticare la grande partita di Nico Cipriani, best score con 24 punti, conditi da 1 muro e un apporto costante anche in ricezione, fondamentale dove Cioffi e Valenti si sono sobbarcati un grande lavoro.

La vittoria è passata anche per le mani di Nicola Mattei che non ha mai perso la testa, lucido nelle scelte, e per il contributo dato soprattutto a muro da Luca Raffanti nei momenti topici: suo il muro che ha chiuso ai vantaggi il primo set e quello del 13-10 del quinto set che ha praticamente messo al tappeto l’avversario.

Discorso a parte merita la prestazione di Nico Zangarelli: il centrale altotiberino ha chiuso con il 57% in attacco, 13 punti, 3 aces e 1 muro per un totale di 17, dimostrando una costante crescita in questo ruolo. Coach Marco Bartolini, che ieri aveva a fianco anche Andrea Radici, sempre pronto a dare consigli, non nasconde la sua gioia:

“E’ stato entusiasmante perché la squadra ha dato segnali di grande crescita, soprattutto perché i giovani sono stati in campo con consapevolezza e senza paura: troveremo altre tipologie di squadre con ben altri obiettivi ma le vittorie come quelle di ieri sera danno morale ed entusiasmo che dobbiamo cavalcare. Abbiamo sfiorato anche il bottino pieno perché Foligno ci ha rimontati dal 22-20 del quarto set grazie alla sua esperienza della categoria. Tutti hanno dato un grande contributo, anche Valenti, che ha fatto un lavoro encomiabile in seconda linea, non inganni quindi il suo tabellino. Da domani testa e gambe verso Bellaria”.

Ottima è stata anche l’organizzazione della gara secondo il protocollo Covid-19:

“E’ stato un lavoro lungo e complesso – spiega il direttore sportivo tifernate Antonello Cardellini – perché la salute di atleti, allenatori ed addetti ai lavori va ben oltre il risultato della partita. Non è facile per le società di serie B, noi ce la stiamo mettendo tutta per poter arrivare in fondo al campionato senza intoppi”.