Su il sipario sulla Sir, Grbic: “Costruiti per vincere”

121

Una lunga sfilata di atleti, di età tra i 19 e 36 anni, presentati uno a uno dai giornalisti Simone Camardese e Marco Cruciani, all’interno della concessionari Giustozzi Volkswagen di Perugia, un rituale che si ripete ormai da 9 anni, gli stessi anni che la Sir Safety Conad Perugia milita ai vertici della pallavolo nazionale. Finalmente si torna a parlare di campionato e domenica si inizia con la partita casalinga contro la Top Volley Cisterna (Diretta Volleyballworld.tv) anche se solo da mercoledì scorso la squadra del presidente Gino Sirci sta giocando al completo.

Nikolas Grbic lo dice chiaramente “dobbiamo abituarci a capire le rispettive esigenze, serve tempo, il nostro compito è allenarci in situazioni di gioco diverse. I giocatori devono capire, in capo, che quello che dico è giusto”.

Un concetto importantissimo, espresso dall’allenatore serbo, utile a far capire quanto sia importante per un allenatore conquistare la fiducia degli atleti.

“C’è gran voglia di migliorarsi – ha detto Grbic – tutti siamo motivato a far bene questa è una squadra costruita per vincere”.

Vincono sicuramente i Sirmaniaci, presenti in delegazione da Giustozzi che sperano nel superamento del 50% di capienza del palazzetto e intanto aprono la campagna abbonamenti per la curva San Marco. Per chi volesse acquistare l’abbonamento annuale potrà recarsi allo spaccio aziendale della Sir a Santa Maria degli Angeli (Orario continuato 9-19).

In ultimo a prendere il microfono davanti ai tanti sponsor presenti alla cena è stato Gino Sirci:

“Anche una piccola società può sentirsi “grande” sponsorizzando questa avventura. Le vittorie sportive restano nella mente di chi guarda le partite, nelle vostre società ci sono foto di campioni che hanno fatto la storia del volley. Lo sport rende grande le aziende che lo aiutano”.

AMEN. Questo è il verbo di Gino Sirci, primo tifoso e primo appassionato.

Donatella Binaglia