Perugia capitale mondiale della pallavolo con la Volleyball Nations League

71

Perugia capitale mondiale della pallavolo con la Volleyball Nations League. Presentato in comune l’evento che dall’11 al 13 giugno vedrà protagonisti al PalaBarton le nazionali femminili di Italia, Corea del Sud, Bulgaria e Russia

Perugia sempre più capitale del volley mondiale. E questa volta non per le gesta della Sir Safety o di una Bartoccini Perugia che tanto bene sta facendo nel suo campionato. Il PalaBarton, dall’11 al 13 giugno 2019, sarà teatro di un importantissimo evento internazionale che vedrà protagonista la nazionale femminile italiana, vice-campione mondiale in carica. Ad infiammare gli spettatori del palazzetto perugino sarà la Volleyball Nations League, che alla sua seconda edizione vedrà affrontarsi le nazionali femminili di Corea del Sud, Bulgaria e Russia, oltre chiaramente alla selezione azzurra guidata da Davide Mazzanti. Questa mattina si è tenuta la presentazione dell’evento presso la Sala della Vaccara a Perugia, alla presenza delle istituzioni cittadine e regionali oltre a quella del tecnico della formazione italiana.

“Perugia ha visto grandi campionesse negli anni d’oro della Sirio – ha dichiarato il coach di Chirichella e compagne – Ora si sta rifacendo nel maschile. Giocheremo in un palazzetto in cui ho un ricordo bellissimo in Champions League. L’obiettivo è quello di utilizzare la Volleyball Nations League per prepararci al meglio per la qualificazione olimpica e per l’europeo. Abbiamo poco tempo per allenarci, per questo abbiamo scelto di partecipare alla seconda tappa di questo evento con il nucleo della formazione che tanto bene ha fatto nell’ultimo mondiale”.

Il promotore principale dell’evento è stato il Presidente della Fipav Umbria Giuseppe Lomurno, che potrà festeggiare nel migliore dei modi i 10 anni ai vertici della pallavolo regionale.

“Inizia un’avventura fantastica realizzata qualche mese e che ora ha preso forma. Come presidente regionale sono orgoglioso che Perugia ospiterà questa importante manifestazione. Sono sicuro che la città e i suoi tifosi accoglieranno al meglio le quattro nazionali e soprattutto lo faranno con grande passione. Ringrazio la Federazione nazionale, la presidente della regione Marini, il sindaco di Perugia Romizi e le tante società umbre che parteciperanno all’organizzazione. Questa manifestazione sta ad indicare che il movimento pallavolistico perugino e più in generale umbro hanno seminato bene”.

Spazio poi anche alle importanti parole di Giuseppe Manfredi, consigliere della Fipav regionale.

“Perugia non ha bisogno di presentazioni, perché nella pallavolo di alto livello è di casa. Questa è la prima volta che portiamo qui un evento di caratura internazionale, sono sicuro che faremo molto bene”.

Non è mancata all’appuntamento nemmeno il Consigliere Comunale con delega allo sport Clara Pastorelli.

“Perugia sta ritornando ad essere il fulcro della pallavolo in Italia. Si tratta di un evento molto voluto. Quando il presidente Lomurno ci ha presentato la possibilità di ospitare questa manifestazione internazionale, ci si sono illuminati gli occhi. Siamo consci che il nostro meraviglioso palazzetto ha bisogno di un restyling generale. In questa serie di lavori c’era in programma anche l’installazione di una nuova illuminazione. Ci siamo rimboccati le maniche per questa esigenza. Sarà una tre giorni splendida, l’organizzazione sta galoppando. Sarà un bellissimo evento per la città”.

In rappresentanza del Comune di Perugia era presente anche l’assessore Michele Fioroni.

“Questa città ha preso gusto ad essere il centro di tante cose, tra cui il volley appunto. Facendo i debiti scongiuri il prossimo anno potremo essere una delle poche città a fregiarsi di due squadre, una maschile e una femminile, nei rispettivi massimi campionati. Ma Perugia è in grado di valorizzare anche tanti avvenimenti che vengono all’interno delle mura, come il Festival del Giornalismo che è terminato da pochissimo. Perugia sa giocare le partite importanti, speriamo che questa sia un’occasione importante di promozione del nostro territorio. Avremo in visita a fine maggio una delegazione della Corea, oltre ad aver sviluppato delle relazioni con la città di Sochi. Dobbiamo giocare bene questa partita, non solo sul versante del volley ma anche su quello del marketing e del turismo”.

Una tre giorni di così alto richiamo per l’Umbria e per il movimento sportivo non può che trovare il consenso e il sostegno del Coni attraverso il Presidente regionale Domenico Ignozza.

“Sarà una manifestazione di livello internazionale che porrà l’Umbria al centro delle attività sportive non solo nazionali. Parlando di pallavolo mi fa piacere sottolineare il ritorno del grande volley femminile. La nostra regione ha dimostrato che a livello dirigenziale è in grado di ospitare certi tipi di eventi. Abbiamo buone infrastrutture sportive, come il PalaBarton, che tutt’ora è il nostro fiore all’occhiello. L’amministrazione comunale sta facendo di tutto per renderlo più funzionale e moderno”.

Nicolò Brillo