Orvieto ruggisce, Montecchio Maggiore senza scampo

    350
    Orvieto ruggisce, Montecchio Maggiore senza scampo
    Mio Bertolo- Grigolo (foto di Maurizio Lollini)

    Orvieto ruggisce, Montecchio Maggiore senza scampo. Nonostante il primo set appannaggio delle ospiti, le ragazze di Solforati reagiscono con veemenza

    Sembra che la Zambelli Orvieto abbia messo alle spalle i suoi problemi, per lo meno sotto il profilo dei risultati. Prima affermazione in serie A2 femminile per le tigri gialloverdi che riescono ad imporre il proprio ritmo alle avversarie e regalano così la gioia più grande al pubblico del Pala-Papini. Sotto il profilo della condizione, invece, le rupestri hanno lamentato ancora la mancanza della centrale Montani, in recupero dal problema muscolare ma comunque in panchina pur se non disponibile. Era importante rompere il ghiaccio per le padrone di casa che hanno scacciato indietro i fantasmi delle prime tre giornate.

    La vittoria è frutto di una prova corale dove Grigolo si è particolarmente distinta in attacco (match winner) e Santini in ricezione, due giocatrici che si sono espresse ad altissimi livelli.

    La cronaca.

    Inizio sprint delle ospiti che con il servizio di Giroldi si spingono sullo 0-4. Le orvietane provano a rientrare ma sono molto fallose in ricezione e in attacco. Gli otto errori che commetteranno non riescono a ridurre il gap (14-21). Gomiero continua ad incidere e porta le venete in vantaggio.

    Anche nel secondo set il primo spunto è delle venete che ben orchestrate da Giroldi vanno sul 4-6. Quattro punti consecutivi sbloccano le padrone di casa che, sospinte da una Grigolo inarrestabile, prendono inesorabilmente il largo (18-13). La tendenza non muta e Aricò (sette palle a terra) sigla il pareggio.

    Nella terza frazione le umbre escono rapide dai blocchi, sul turno di battuta di capitan Santini arrivano a condurre 9-2. Il solco viene ulteriormente scavato da Aricò che allunga (17-7). Prova le sostituzioni Montecchio Maggiore ma senza esiti, a firmare il due ad uno è un muro di Grigolo.

    Il quarto frangente vede le orvietane partire meglio (9-6). Le ospiti non cedono di un millimetro e con Pamio restano costantemente a ruota (17-15). Il fiato sul collo non scompone la Zambelli che con la ricezione di Rocchi e la regia di Valpiani continua a spingere sino ad ottenere la vittoria.

    Le interviste.

    Il pensiero dell’allenatore delle orvietane Matteo Solforati:

    È stato importante sbloccarci e forse ancor di più vincere recuperando un set di svantaggio, significa che la squadra è capace di reagire e di mettere in campo quella dose di agonismo che serve sempre.

    L’analisi del coach delle Montecchiane Marcello Bertolini a fine gara:

    Sapevamo che pagavamo dazio in termini di fisicità contro queste avversarie che erano chiamate a dare tutto per trovare la loro prima vittoria. Potevamo fare qualcosa di più ma per due set e mezzo siamo stati bene in partita e giocato una buona pallavolo.

    ZAMBELLI ORVIETO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO = 3-1 (17-25, 25-17, 25-13, 25-21)

    ORVIETO: Grigolo 22, Aricò 19, Ciarrocchi 8, Santini 8, Mio Bertolo 7, Valpiani 2, Rocchi (L1). N.E. – Ginanneschi, Montani, Muzi, Zonta, Venturi (L2). All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.

    MONTECCHIO MAGGIORE: Gomiero 16, Marcolina 9, Brutti 9, Pamio 8, Fiocco 6, Giroldi 3, Pericati (L), Kosareva 2, Bovo, Stocco, Lucchetti. N.E. – Fontana. All. Marcello Bertolini e Martino Volpini.

    Arbitri: Antonella Verrascina (RM) e Lorenzo Mattei (FI).

    ZAMBELLI (b.s. 14, v. 5, muri 8, errori 12).

    RAMONDA  (b.s. 14, v. 6, muri 6, errori 12).