Mio Bertolo: “Unità di intenti, senza non si va da nessuna parte”

    249
    Mio Bertolo:

    Mio Bertolo: “Unità di intenti, senza non si va da nessuna parte”. La quinta miglior realizzatrice tra le centrali di A2 parla del momento della squadra orvietana

    Scorrono rapidamente le lancette dell’orologio che contrassegnano la mini-pausa nel campionato di serie A2 femminile. Il prossimo fine settimana sarà senza partite per le tigri gialloverdi. Si disputa infatti la finale di coppa Italia delle due categorie più importanti e l’intero movimento delle donne si ferma.

    Le rupestri torneranno in campo mercoledì 21 febbraio per la prima di due gare esterne ravvicinate che lanciano lo sprint di fine stagione regolare. Nel frattempo sfogliando le statistiche elaborate dalla Lega Pallavolo c’è da sottolineare come alcune delle atlete rupestri si stiano particolarmente distinguendo. E’ il caso della centrale Giulia Mio Bertolo quinta miglior realizzatrice nel ruolo:

    Sicuramente all’inizio del campionato abbiamo faticato perché non avevamo il ritmo che avevano altre squadre. In difesa ci trovavamo abbastanza in difficoltà, è un fondamentale che va allenato e in cui si devono creare dei meccanismi, e poi non eravamo ancora squadra. Ora, complici anche gli infortuni che abbiamo subito, abbiamo capito che se non siamo unite tra di noi non andiamo da nessuna parte. Per quanto mi riguarda mi sento molto migliorata rispetto all’inizio dell’anno. Grazie a coach Solforati e grazie anche alla palleggiatrice Valpiani con cui adesso ho un buon feeling e che mi sfrutta spesso e volentieri. Ovviamente ho ancora moltissimo da migliorare e da imparare e spero che da qui a fine campionato la situazione vada in crescendo.

    Per concludere il girone di ritorno mancano dieci partite (sei in trasferta e quattro casalinghe). Il tutto in un periodo di un mese e mezzo, un finale da vivere tutto d’un fiato e senza distrazioni.

    Ora ci aspettano molte trasferte e molte partite ravvicinate. Dobbiamo recuperare il top della condizione perché adesso avremo bisogno di fare punti e siamo tutte indispensabili per raggiungere il nostro obiettivo che sono i play-off. Abbiamo la possibilità di far vedere quanto valiamo perché abbiamo degli scontri diretti e dovremo giocare come sappiamo per incamerare più risultati possibili.