C Maschile, Iacact Perugia vince e conserva la vetta

98

C Maschile, Iacact Perugia vince e conserva la vetta. Successo interno per la formazione perugina contro Narnia Volley

La spunta dopo due ore di battaglia la capolista I Cipressi Iacact Perugia che ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio sui ternani del Narnia che hanno sfoderato una prestazione notevole soprattutto nei suoi attaccanti di palla alta ovvero l’opposto Pacciaroni  e la banda Bisonni autori rispettivamente di 26 e 18 punti. Marchettini, ancora privo di Marta, ha dovuto rinunciare all’ultimo minuto agli influenzati Urbani e Sessolo vedendosi costretto a schierare Trampolini nell’inedito ruolo di opposto e confermando l’esperto Bovari in diagonale con Margaritelli in posto quattro, con Di Marco e Santilli al centro e Bregliozzi in regia oltre a Cascianelli libero. Partono forte i perugini autori di un set quasi perfetto che spingono in battuta mettendo in difficoltà la ricezione avversaria, i ternani sono costretti ad attaccare sempre in modo non ottimale, e quindi facili preda del muro-difesa avversario, brillante poi in contrattacco con Santilli e Margaritelli che mettono a terra punti pesanti dando seguito al break iniziale ampliando il divario di punteggio alla fine del set. Si combatte punto a punto nel secondo set, i ternani cambiano libero, la ricezione migliora e Pacciaroni tiene ribatte colpo su colpo agli attaccanti avversari, nel finale di set sono Di Marco e Margaritelli  a fare la differenza portando sul due a zero gli ospiti. Il terzo set vede i padroni di casa partire forte, i perugini scendono nelle percentuali di ricezione diventando meno incisivi con i centrali, Trampolini e Bovari tengono bene il campo soprattutto nei fondamentali difensivi ma non basta, i ternani giocano bene fino in fondo e si portano sul 1-2. Il quarto set viene giocato con il coltello tra i denti da entrambe le squadre che si sopravanzano senza però operare un break decisivo, azioni spettacolari si susseguono e così come l’agonismo  che spinge entrambe le squadre a dare il meglio di se anche in difesa dove Cascianelli venuto fuori alla distanza si fa valere con la consueta sicurezza e determinazione.  Di Marco in battuta e Margaritelli in attacco trascinano i loro compagni fino al 29-27 finale.